31 maggio 2020
Aggiornato 19:00
ciclismo

Bruciato Malacarne, Weening vince in volata sul traguardo di Sestola.

«Complimenti a Weening, è stato più forte di me». Queste le prime parole di Davide Malacarne, beffato in volata in questa tappa n. 9 del Giro d’Italia. Terzo un altro italiano, Domenico Pozzovivo. Lunedì riposo, si riparte martedì con la Modena-Salsomaggiore di 173 km.

SESTOLA - Pieter Weening si è imposto nella nona tappa del 97esimo Giro d'Italia, la Lugo-Sestola di 172 chilometri con arrivo in salita. L'olandese della Orica-GreenEdge ha battuto in una volata a due l'italiano Davide Malacarne (Europcar). Terzo, con 42» di ritardo, il lucano Domenico Pozzovivo (Ag2r). Lunedì, seconda giornata di riposo, si riparte martedì con la decima frazione, la Modena-Salsomaggiore Terme di 173 chilometri, ancora un percorso adatto ai velocisti.

MALACARNE: ME LA SONO GIOCATA - «Ci tenevo, ma Weening è stato più forte di me negli ultimi duecento metri». Cosi' Davide Malacarne commenta a Raisport il secondo posto ottenuto nella nona tappa del Giro. «Lui ne aveva di più - sottolinea l'italiano della Europcar - ma me la sono giocata al massimo, non ho alcun rammarico. Sapevo che in questa tappa avrei potuto fare bene, sono entrato nella fuga giusta ma l'olandese è un ottimo corridore, non lo si scopre oggi».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal