6 aprile 2020
Aggiornato 01:00
Atleti di ogni parte d’Italia

Canoagiovani 2011

Conclusa sulle acque del bacino idroelettrico dell’Enel l’evento più importante dell’anno sportivo giovanile in Calabria

ROMA - Un tifo, con urla e motti da stadio ha accompagnato le «performance» dei giovani atleti, che in due splendide giornate di sole hanno animato la cittadina del Pollino.
Un entusiasmo con il quale migliaia di persone hanno dato quasi l’impressione di contribuire a spingere le imbarcazioni dei regatanti verso il traguardo.
Quasi 400 atleti, che hanno scomposto e ricomposto oltre 600 equipaggi, si sono impegnati in una miriade di sessioni di gara, dal fondo alla velocità, impegnandosi con giusto ardore agonistico per conquistare i gradini più alti del podio.

La cronaca.
Sabato mattina, gli atleti, accompagnati dai loro istruttori, e molto più spesso dalle loro stesse famiglie, dopo aver provato il campo di gara, si sono allegramente riuniti per sfilare lungo le vie dell’antico borgo di Mormanno per ricevere l’abbraccio della cittadinanza ed il saluto del Sindaco Guglielmo Armentano.
Sulla bellissima piazzetta di Mormanno, stretta tra la splendida Cattedrale e i palazzi ottimamente restaurati, hanno sventolato decine di vessilli, fino confondendosi tra loro, quasi a simboleggiare il valore unificante dello sport.
Ragazzi di tutta Italia, da Intra e Mergozzo (VB) a Catania, da Torino a Reggio Calabria, passando per Firenze e Roma, da S. Remo a Sabaudia, Mantova, Milano, Amalfi si sono commossi quando Cosimo Mascianà, allenatore FICK, ha chiesto di aprire la manifestazione con l’Inno di Mameli.
La voce di migliaia di persone, grandi e piccoli, con la mano sul cuore, ha davvero scosso Mormanno; poi tutti, via sul lago, a darsi battaglia, a sostenersi, in decine e decine di manches di gara dandosi appuntamento di nuovo in piazza per la serata delle premiazioni.

I trionfatori delle gare di sabato si sono altenati per ricevere i giusti riconoscimenti alle loro imprese sportive.
Premi per tutti, e poi ancora un lungo abbraccio con la piazza intera e di nuovo ad intonare l’inno d’Italia, questa volta accompagnati dalla banda musicale di Mormanno, prima di abbandonarsi al Gelato Party, al teatro della Compagnia del Cucco e al Karaoke.
Domenica mattina sveglia presto perché si gareggia con le prove di velocità sui 200 metri.
Questa volta la premiazione dei vincitori avviene sulle rive del lago, in uno scenario da favola.

A salire sul podio:
al 1° posto il Gruppo Nautico Fiamme Gialle Sabaudia con 240 punti
al 2° posto Canottieri Trinacria di Palermo con 189 punti;
al 3° posto Circolo Canottieri Aniene di Roma con punti 171

Poi tutti a casa , accompagnati dall’arrivederci al prossimo anno da parte del Sindaco di Mormanno, Guglielmo Armentano e delll’ Assessore allo Sport, Gerardo Zaccaria, che insieme ad Enel, sponsor della manifestazione, al CONI, alla FICK, hanno organizzato l’evento sportivo sostenuti dalla Regione Calabria, dalla provincia di Cosenza, e dal al Parco Nazionale del Pollino.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal