16 luglio 2019
Aggiornato 14:00
Qualificazioni WGP

Le azzurre sconfitte 3-0 dall’Olanda

Barbolini: «Ci sono stati dei problemi, siamo stati carenti in alcune situazioni, abbiamo faticato molto in ricezione e sulle bande»

CAGLIARI - L’Italia è stata sconfitta 3-0 (25-19, 25-20, 25-20) dall’Olanda nella terza giornata del Torneo di Qualificazione al World Grand Prix 2011. Una prova decisamente sottotono per le azzurre che non sono riuscite ad esprimersi sui consueti livelli, evidenziando difficoltà sia in ricezione (62% positiva e 44% perfetta) sia in attacco (36%), subendo anche a muro (11-7) la superiorità delle avversarie che stasera sono state trascinate da Flier (15), Grothues (14) e Wensink (14) autrici di una prova ad alti livelli.
Riguardo la formazione di partenza Arrighetti ha sostituito Barazza al centro dopo l’affaticamento agli addominali accusato nel match contro la Turchia, per il resto tutto confermato con Lo Bianco in palleggio, Ortolani opposto, Del Core e Piccinini schiacciatrici, Gioli altro centrale e Merlo libero. Neanche in panchina Chiara di Iulio che domani verrà sottoposta ad accertamenti fisici anche lei per un problema agli addominali.

Nel primo set l’Italia ha mostrato da subito qualche difficoltà facendo fatica in ricezione e in attacco, diversi gli errori che hanno permesso alle olandesi di guidare sempre l’andamento del parziale; vedendo la sua squadra non esprimersi al meglio Barbolini ha effettuato un paio di cambi inserendo Bosetti per Piccinini e Garzaro per Lo Bianco (quest’ultimo per alzare il muro), ma la situazione non è cambiata con le olandesi che hanno chiuso con il punteggio di 25-19.
Nel secondo parziale, che ha visto ancora Bosetti in campo al posto di Piccinini, dopo un promettente avvio delle azzurre che sembravano aver ritrovato i giusti equilibri, le olandesi si sono rifatte sotto portandosi per la prima volta in vantaggio sul 10-11. Da quel momento in poi le due squadre sono state sempre a contatto (15-15), ma l’inerzia della frazione è cambiata definitivamente in favore delle orange che hanno condotto fino alla conclusione sul 25-20, Barbolini ha anche inserito Piccinini al posto di Ortolani, ma gli effetti non sono stati quelli sperati.

Dopo una fase equilibrata in avvio di terza frazione, le olandesi ancora una volta si sono portate avanti accumulando un vantaggio massimo di 6 punti (10-16); a fasi alterne le azzurre hanno provato a cambiare l’andamento della gara, ma questa sera non c’è stato nulla da fare e le olandesi hanno vinto set e partita con il punteggio di 25-20.
Domani le squadre osserveranno un giorno di riposo.

BARBOLINI: «Ci sono stati dei problemi, siamo stati carenti in alcune situazioni, abbiamo faticato molto in ricezione e sulle bande. Non è mai facile giocare contro di loro, dobbiamo lavorare per migliorarci».

TALIA-OLANDA 0-3 (19-25, 20-25, 20-25)
ITALIA: Arrighetti 8, Ortolani 4, Del Core 6, Gioli 14, Lo Bianco 2, Piccinini 2. Libero: Merlo. Bosetti 11, Garzaro. Ne. Barazza, Rondon All. Massimo Barbolini
OLANDA: Huurman 7, Flier 15, Staelens 7, Wensink 14, Dijkema 0, Grothues 14. Libero: van Tienen. N.e. de Kruijf, Blom, Visser, Stam, Blansjaar. All. Avital Selinger
Arbitri: Kolarevic (SRB), SOKOL (SVK)
Spettatori: Durata set: 25’, 25’, 26’
Italia: bs 6 a 1 mv 7 et 18
Olanda: bs 5 a 4 mv 11 et 12

TV – Sarà Rai Sport 1 a trasmettere in diretta tutti gli incontri della nazionale italiana.

CALENDARIO - 17/9: Olanda-Russia 2-3, Germania-Turchia 3-1, Italia-Bulgaria 3-1; 18/9: Olanda-Germania 1-3, Russia-Bulgaria 3-1, Turchia-Italia 0-3 (19-25, 20-25, 20-25); 19/9: Germania-Russia 1-3 (19-25, 26-24, 10-25, 19-25), Bulgaria-Turchia 0-3 (23-25, 16-25, 14-25), Italia-Olanda 0-3 ; 20/9: giorno di riposo; 21/9: Russia-Turchia (ore 15), Olanda-Bulgaria (ore 17.30), Germania-Italia (ore 20); 22/9: Turchia-Olanda (ore 15), Bulgaria-Germania (ore 17.30), Italia-Russia (ore 20).
CLASSIFICA: Russia 6, Italia 5, Germania 5, Olanda 4, Turchia 4, Bulgaria 3.