23 ottobre 2019
Aggiornato 08:00

Sul muro di Cauberg la spunta Gilbert

Il belga beffa il gruppo nel finale, Gasparotto al terzo posto

MAASTRICHT - Il belga Philippe Gilbert (Omega Pharma-Lotto) ha vinto l'Amstel Gold Race, 257,8 km con partenza da Maastricht nel sud dell'Olanda ed arrivo sul muro di Cauberg dopo 31 salite, la prima corsa del trittico delle Ardenne. Gilbert ha beffato il gruppo sull'ultimo strappo in salita ed ha preceduto sul traguardo il canadese Ryder Hesjedal (Garmin) ed Enrico Gasparotto (Astana).

Si è dunque sbloccato il Belgio, che finora dalla campagna del nord non aveva raccolto praticamente niente. Non si è ancora sbloccata l'Italia, che però dà qualche segnale incoraggiante. Anzitutto arriva il podio di Enrico Gasparotto, che proprio negli ultimi metri cede il secondo posto al canadese Ryder Hesjedal. Benino anche Damiano Cunego (per lui sesto posto), a tratti protagonista ma senza le energie sufficienti negli ultimi 500 metri, e Vincenzo Nibali.

Ordine d'arrivo
1 Philippe Gilbert (Bel) Omega Pharma-Lotto
2 Ryder Hesjedal (Can) Garmin-Transitions
3 Enrico Gasparotto (Ita) Astana
4 Bert De Waele (Bel) Landbouwkrediet
5 Roman Kreuziger (Cze) Liquigas-Doimo
6 Damiano Cunego (Ita) Lampre-Farnese Vini
7 Fränk Schleck (Lux) Team Saxo Bank
8 Marco Marcato (Ita) Vacansoleil Pro Cycling Team
9 Karsten Kroon (Ned) BMC Racing Team
10 Christopher Horner (USA) Team Radioshack