19 novembre 2019
Aggiornato 18:00
Il colosso Valuev perde lo scettro

Haye campione del mondo dei massimi

Il britannico conquista il titolo Wba ai punti, affronterà Ruiz: «E' stata decisiva la mia rapidità. Se non avessi fatto il pugile ora giocherei a football o a rugby»

NORIMBERGA - L'aveva garantito ed ha rispettato le promesse: il britannico David Haye ha conquistato ieri sera a Norimberga il titolo Mondiale dei pesi massimi versione Wba battendo ai punti per decisione non unanime il russo Nikolai Valuev, colosso di 214 centimetri per 150 chili mai messo al tappeto in carriera.

Haye, che nel confronto con Valuev accusa uno svantaggio di 28 centimetri e ben 44 chili, ha ottenuto da due giudici un identico score favorevole di 116-112 (114-114 per il terzo giudice). Lo sfidante britannico, che nell'ultima ripresa è andato vicino a mandare al tappeto il gigante di Leningrado, ora dovrà difendere il titolo contro John Ruiz, che ieri ha sconfitto il tedesco Adnan Serin per knockout tecnico alla settima ripresa.

«E' stata decisiva la mia rapidità», ha detto il nuovo campione del mondo: «La gente non capisce quanto io sia veloce. Ho un pugno potente e sono atletico - ha aggiunto Haye - se non avessi fatto il pugile ora giocherei a football o a rugby».