26 ottobre 2020
Aggiornato 11:00
Il cammino della Nazionale verso il Campionato Europeo

Recalcati: «Siamo concentrati sull’oggi»

La Nazionale di basket in raduno a Conegliano

TREVISO - «Viviamo per il presente, siamo concentrati sull'oggi». Il cammino della Nazionale verso il Campionato Europeo è a traguardi successivi. Prima il girone di qualificazione (dal 5 al 20 agosto con Francia e Finlandia), poi l'eventuale spareggio con la migliore del girone A (una fra Belgio, Bosnia Herzegovina e Portogallo) il 27 e il 30 agosto (che per l'Italia sarebbe giocata qui a Conegliano), poi, se tutto va come ci si augura, il Campionato Europeo dal 7 al 20 settembre in Polonia. Non meraviglia quindi che Carlo Recalcati, ct azzurro, nell'incontro con la stampa nella sala consiliare del Comune di Conegliano Veneto, inviti a non fare salti pindarici.

All'incontro sono intervenuti anche Dino Meneghin, presidente della Fip, Angelo Barnaba, responsabile del settore squadre Nazionali, Dan Gay e Stefano Mancinelli. Meneghin: «Sono convinto che a Conegliano l'Italia porterà a compimento nel migliore dei modi la propria preparazione e sono anche convinto che tanti spettatori saranno in tribuna, insieme a tanti bambini, a sostenere la Nazionale.»

«Qui a Conegliano ci sono tutti i presupposti per lavorare bene -continua Recalcati- abbiamo a disposizione una struttura fantastica (la Zoppas Arena, ndr), ben attrezzata e abbiamo 4 gare (la Trentino Cup, a Trento, dal 25 al 27 luglio dove l'Italia incontra nell'ordine Canada, Nuova Zelanda e Portogallo e poi l'amichevole con il Canada il 1 agosto proprio a Conegliano, ndr) in quindici giorni che sono sufficienti per raggiungere una condizione ottimale.

«Il 5 agosto affrontiamo la Francia a Cagliari: sono gli avversari più difficili che ci potessero capitare. Mi piace pensare che anche loro pensino lo stesso di noi -continua Recalcati- in ogni caso più ostici sono i nostri avversari, maggiori sono le nostre motivazioni per raggiungere l'obiettivo del Campionato Europeo che vogliamo assolutamente centrare. Anche se non sottovalutiamo la Finlandia e lavoreremo affinché non divenga un terzo incomodo».

Sulla Francia e sulla partita di Cagliari Matteo Soragna, capitano di questa Nazionale, afferma : «Siamo una squadra con i lavori in corso, ma abbiamo l'atteggiamento giusto per migliorare e crescere. Con dedizione e grosso impegno in questa fase speriamo di arrivare in piena forma e con la mentalità giusta alla gara del 5 agosto»

«Stiamo facendo tesoro -spiega Recalcati -di quanto accaduto nella prima fase della preparazione a Bormio. Il gruppo si sta fondendo bene, c'è qualche ritardo nella preparazione, ma stiamo lavorando per recuperare. Tocchiamo tutti ferro e speriamo che non ci siano intoppi di natura fisica che fermino qualche giocatore. La Francia è l'avversaria numero uno, la Finlandia non è da sottovalutare, il nostro percorso lo costruiremo una partita alla volta».