13 novembre 2019
Aggiornato 17:30

Nuoto: Phelps ko dopo un anno, Peirsol lo batte nei 100 dorso

Il pluriolimpionico: «Odio perdere, ma con lui mi diverto sempre»

Charlotte, North Carolina (Usa) - A quasi un anno di distanza (364 giorni esatti) dall'ultima sconfitta rimediata in vasca, il pluriolimpionico statunitense Michael Phelps è stato battuto questa notte dal connazionale Aaron Peirsol nella gara dei 100 dorso disputata nell'ambito del meeting Charlotte UltraSwim. Peirsol, in vasca con il suo nuovo body firmato Arena, ha vinto in 53«32 ed ha preceduto il rivale di quasi mezzo secondo (53«79). «Non mi importa contro chi, ma resta il fatto che odio perdere», ha commentato Phelps.

Tornato in vasca ieri (due successi nei 200 stile e nei 100 farfalla) per la prima volta dopo le otto medaglie d'oro vinte alle Olimpiadi di Atene e dopo l'imbarazzante intermezzo che lo ha visto coinvolto nella diffusione di foto che lo immortalavano mentre fumava marijuana, Phelps sa bene che contro Peirsol, primatista mondiale dei 100 dorso e due volte oro olimpico, si può anche perdere: «Aaron ed io ci siamo scontrati diverse volte con alterni risultati e questo rende le nostre gare ancora più divertenti. Lui c'é sempre, è un combattente, un grande atleta. Mi piace battermi con lui».

Trecentossessantaquattro giorni fa, Peirsol aveva sconfitto Phelps nei 200 dorso a Santa Clara (in California) in un warm-up olimpico tenuto dalla nazionale statunitense. Alle Olimpiadi di Atene, «Baltimora Kid» non gareggiò poi nel dorso, cosa che invece con ogni probabilità farà ai prossimi Mondiali di Roma e ai Giochi di Londra 2012: proprio i 100 dorso rappresentano infatti uno dei suoi obiettivi più grandi.