23 ottobre 2019
Aggiornato 04:00

Bormio: Italia - Francia 68-65

Decide Massimo Bulleri, con una palla rubata sulla rimessa francese con l'Italia avanti di un punto ad otto secondo della fine

L'Italia batte la Francia 68-65 ed è la seconda volta in quattro giorni. L'Italia vince alla fine di una gara intensa, con qualche errore di troppo, ma combattuta fino alla fine, senza esitazioni. Decide Massimo Bulleri, con una palla rubata sulla rimessa francese con l'Italia avanti di un punto ad otto secondo della fine.
«Abbiamo sonnecchiato un po' all'inizio -spiega Carlo Recalcati, ct azzurro- e alla fine è stata una bella prova di carattere. Era l'ultima gara di questo periodo di preparazione a Bormio, senza Mordente e Soragna e ci potevano essere anche degli alibi. Invece, i ragazzi si sono impegnati, e alla fine è stata una gara intensa, anche se zeppa di errori da una parte e dall'altra. E se abbiam vinto, vuol dire che qualcosa di meglio noi l'avremo pur fatta».

Inizia male, però. Massimo Bulleri mette fine all'incubo al 5' del primo tempo. E' suo il primo canestro dell'Italia: la Francia ha già realizzato 11 punti, però. L'Italia reagisce e parte per un inseguimento che dura 30 minuti.

Rinfrancata dai due giorni di riposo, la Francia ha decisamente preparato bene la gara: i francesi giocano con una forte pressione difensiva e sono su tutte le linee di passaggio degli azzurri, capitalizzando ogni incertezza o distrazione italiana.
L'Italia subisce, si smarrisce, ma non affonda grazie ai liberi di Luca Vitali, alle incursioni di Valerio Amoroso, alla caparbietà di Christian Digiuliomaria, e alle invenzioni difensive ed offensive di Daniel Hackett.
L'Italia è un po' acciaccata: Daniele Cinciarini e Marco Mordente fermi precauzionalmente perché affaticati muscolarmente, Matteo Soragna è in panchina, ma non entra per lo stesso motivo. Fermi ancora Luigi Datome e Tommaso Fantoni che al prossimo raduno di Cagliari (dall'8 agosto) potrebbero aggregarsi alla squadra, mentre Angelo Gigli non sarà a Cagliari per proseguire il recupero in sede.

Dopo lo smarrimento iniziale l'Italia riesce gestire meglio il proprio attacco e si porta a -3 (34-37). Tre esitazioni e va sotto di dieci (34-44). Poi inventa Hackett che sente particolarmente questa gara perché è l'ultima gara in Nazionale quest'anno (dal 21 agosto dovrà essere di nuovo a Los Angeles per iniziare l'anno accademico) e l'Italia risale fino a -1 (47-48 al 25').
Digiuliomaria è protagonista in attacco come difesa del primo vantaggio azzurro (57-56 ale 34'): il sorpasso lo mette a segno Poeta, ma Digiulio ha segnato 5 punti consecutivi e preso due rimbalzi difensivi fondamentali.
Si lotta su ogni pallone e la gara viene giocata in campo aperto da tutte e due le squadre. La Francia usa con il contagocce Ronny Turiaf, centro dei Golden State Warriors, in ritardo di preparazione, che assicura un tasso di gioco di maggior qualità.
Bulleri recupera un'altro minibreak francese con 5 punti consecutivi (64-64 al 38'). Le azioni sono intense, vibranti, ogni pallone potrebbe avere un significato importante per l'esito della gara. Bulleri continua il suo piccolo: segna altri due punti e poi ruba la palla sulla rimessa. Nove punti consecutivi e l'Italia vince.

La Nazionale torna a radunarsi a Cagliari la sera dell'8 agosto dove parteciperà al Torneo Sardegna Canestro (13-15 agosto con Belgio, Estonia e Gran Bretagna) e poi alla prima gara di qualificazione al Campionato Europeo 2009 contro la Serbia il 20 agosto.

Italia-Francia (17-24, 38-44, 51-56)
Italia. Mancinelli 4 (2/8, 0/1), Soragna ne, Cittadini, Di Giuliomaria 8 (2/3, 1/3), Vitali 9 (0/4, 1/3), Bulleri 13 (4/7, 1/2), Infante, Michelori 3 (1/ 4, 0/1), Cavaliero 5 (0/1, 1/4), Poeta 7 (1/ 2), Hackett 13 (4/4, 1/1), Amoroso 6 (0/1, 2/6). Allenatore: Carlo Recalcati.
Francia: Pellin (0/1, 0/2), Dubiez 14 (3 /4, 2/3), Tchicamboud 8 (2/6, 1/5), Soliman 7 (3/3, 0/1), De Colo 11 (0/2, 3/5), Brun 4 (2/2, 0/4), Kirksay 5 (2/3, 0/4), Issa 4 (1/1, 0/2), Badiane, Turiaf 11 (4/4), Marquis 1 (0/5). Allenatore: Michele Gomez
Arbitri: Begnis, Borroni, Longhi.
Note: Ultima partita dell'arbitro Sergio Borroni che si ritira dopo 539 gare fra A1 e A2.
Fallo tecnico a Mancinelli (13-20, 9')
Tiri: T2: Ita 14/34, Fra 17/31; T3: Ita 7/21, Fra 6/26; TL: Ita 19/24, Fra 13/18. Rimbalzi: Ita 31 (Amoroso e Hacket 5), Fra 37 (Kirksay 7). Assist: Ita 7 (Vitali 3), Fra 6.
Parziali: 5' 2-11, 15' 28-34, 25' 47-48, 35' 59-58