L’oculista risponde

Congiuntivite da polvere, le cure più efficaci

Il dottor Luigi Fusi a Diario Salute TV: «Bere acqua in abbondanza, integrare acidi grassi essenziali e utilizzare l’estratto di quercitina sono elementi fondamentali per mantenere l’equilibrio dell’occhio».

Le congiuntiviti da polveri sono un quadro clinico molto frequente nella nostra vita quotidiana, perché abbiamo l’inquinamento dell’aria. Di conseguenza fino a quindici o venti anni fa era un evento raro o interessava soprattutto i bambini con le cosiddette allergie – spiega il dottor Luigi Fusi, medico chirurgo oculista a Torino e provincia. In realtà oggi interessa una massa grandissima di persone perché le polveri ultrasottili – le famose PM10 – offendono grandemente il film lacrimale.

Cos’è il film lacrimale
«Il film lacrimale è quella meravigliosa struttura che protegge l’occhio, e quando viene offesa i fasci nervosi che sono vivi e presenti sulla cornea ci danno fastidio. Nel disegno che potete vedere nel video si vede quello che per noi è ‘niente’, cioè la lacrima. In realtà si tratta di un tessuto costituito da numerose parti che proteggono l’epitelio, ovvero la parte esterna della cornea. E quando questo liquido si rompe, si fraziona, viene a mancare improvvisamente una protezione. Mancando tale protezione i fasci nervosi lanciano un segnale, un grido di dolore», continua il dottor Fusi.

Cosa fare?
«Le norme sono soprattutto di vita pratica e buona salute. Quindi bere liquidi in abbondanza durante la giornata in modo da dare alle ghiandole lacrimali la possibilità di avere un film lacrimale integro. Ma anche mangiare cibi buoni come gli omega-3 e omega-6 dei nostri pesci azzurri e il colore rosso della frutta. Un’altra precauzione è quella di lavarsi il viso più volte al giorno al fine di eliminare la possibilità di avere delle sostanze irritanti a contatto a lungo sull’occhio»

Rimedi naturali per la congiuntivite da polvere
Da un punto di vista medico, l’utilizzo di eventuali colliri lubrificanti o antiallergici ci può aiutare. Ricordo in quest’ottica che è molto valido l’uso e il consumo dell’estratto di quercia. La quercitina (quercetina) è un principio farmacologico molto valido che si trova in commercio e questo ci aiuta a mantenere bene l’equilibrio dell’occhio».