Salute | Maltrattamenti anziani

Crudeli maltrattamenti a un’anziana: le autrici inchiodate da un filmato

Una donna di 71 anni trascinata per i polsi giù dal letto, lasciata in mezzo alla sua urina e altri maltrattamenti sono stati filmati da una telecamera posizionata dalle figlie insospettite dalle condizioni della madre

Un’anziana donna di 71 anni affetta dalla malattia di Alzheimer e ricoverata presso la Brookside House Care Home nel Nottinghamshire (UK) è stata oggetti di brutali maltrattamenti. La signora Joy Lewis era sì malata, ma era comunque una donna dolce, gentile e tranquilla. Nonostante ciò, pare che fosse trattata peggio di una bestia. A insospettire le figlie sono state gli evidenti peggioramenti del suo stato di salute e alcune ferite che presentava. A quel punto, hanno deciso di installare una telecamera nascosta, nella sua camera, per accertarsi di cosa stesse accadendo alla madre. Le immagini riprese hanno rivelato la verità.

Colpevoli sì, ma…
Le donne accusate di maltrattamenti, Rebecca King di 32 anni, Teresa Cutts di 50 e Joanne Hardstaff di 39 anni, di fronte alle immagini riprese e presentata in tribunale hanno sì ammesso il loro comportamento. Tuttavia, nonostante una condanna, pare le pene siano state sospese. Secondo l’accusa, e le immagini, la signora Lewis è stata trascinata per i polsi giù dal suo letto al mattino presto, poi non le è stato dato da mangiare né da bere, e quando ha chiesto di andare in bagno è stata ignorata, lasciandola immersa nella sua urina nonostante avesse pregato le assistenti di cambiarla.

La delusione e la rabbia
La figlia più anziana, Teresa Bestwisk di 47 anni, ha dichiarato a The Sunday Mirror: «Siamo arrabbiate perché le loro sentenze sono state sospese. Si sono dichiarate colpevoli solo perché era tutto registrato». La figlia minore di Joy, Kelly Lewis di 34 anni, ha affrontato personalmente le assistenti dopo che sua madre le aveva detto che il personale non le piaceva e che l’avevano isolata dagli altri residenti della Brookside House Care Home. Le assistenti pare abbiano assicurato la figlia che sua madre era felice e solo «confusa», e che non vi erano problemi. Ma durante le visite successive, Kelly notò che le condizioni di sua madre erano peggiorate e che era ferita.

Pene più severe
Dopo questo increscioso fatto, le figlie della signora Joy chiedono che telecamere di sicurezza siano installate di routine in tutte le case di riposo per anziani. «Chiunque possa trattare un’altra persona in questo modo è una creatura vile – ha dichiarato Kelly Lewis – Guardare il filmato, vedere la mamma piangere, è stato straziante. Stava piangendo, singhiozzando, chiedendo le cose basilari, dicendo che aveva paura di morire. Nessuno lì è venuto a confortarla. È stato terribile».

Le pene
La signora Rebecca King ha è stata condannata a una pena detentiva di 36 settimane che tuttavia è stata sospesa. Le è stato ordinato di completare 120 ore di lavoro non retribuito. Tersa Cutts è invece stata condannata a una pena detentiva di 24 settimane – anch’essa sospesa – e le è stato ordinato di completare 100 ore di lavoro non retribuito. Infine, Joanne Hardstaff è stata condannata a otto settimane di carcere – condanna sospesa anche per lei – e le è stato ordinato di completare 80 ore di lavoro non retribuito. Intanto la Brookside House è stata chiusa. La signora Joy Lewis è stata trasferita in una nuova casa di cura. Le figlie ora dicono che qui è felice e trattate bene.