27 febbraio 2020
Aggiornato 22:30
Alleviare i dolori

Dolore lombare o alla schiena? Si allevia con un massaggio del diaframma

Come alleviare il dolore cronico alla schiena o lombare con un semplice massaggio del diaframma

Mal di schiena
Mal di schiena Shutterstock

SPAGNA – Quando si soffre di dolori di schiena, specie se cronici, si vuole soltanto che questi passino. Oltre ad assumere antidolorifici o antinfiammatori, che possono avere anche pesanti effetti collaterali, ecco che c’è un rimedio naturale che pare funzioni: il massaggio del diaframma. Ad aver sperimentato la tecnica osteopatica sono stati i ricercatori della CEU Cardenal Herrera Universitad di Valencia, in Spagna.

Quando fa male la schiena
Uno dei dolori che spesso interessa le persone è il dolore alla parte bassa della schiena, o lombalgia. Secondo le stime, il mal di schiena è oggi una delle principali cause di disabilità al mondo. Ma come poter trattare la lombalgia cronica, senza dover per forza ricorrere ai farmaci o all’intervento chirurgico? A cercare una risposta ci hanno pensato gli scienziati spagnoli che hanno testato l’efficacia di speciali tecniche osteopatiche tendenti al diaframma.

Lo studio
I ricercatori della CEU hanno così voluto confrontare l’efficacia di speciali tecniche osteopatiche che prevedevano un intervento manipolatorio sul diaframma, rispetto ad altre tecniche che invece non lo prevedevano. I risultati dello studio sono stati presentati dal dottor Mireia Martí-Salvador, del Dipartimento di Fisioterapia della CEU, al Congresso internazionale di Osteopatia 2018, tenutosi a Madrid, in Spagna. E sono considerati tra i migliori risultati tra quelli presentati fino a oggi. Lo studio completo è stato pubblicato sulla rivista Archives of Physical Medicine and Rehabilitation. Qui, gli scienziati hanno coinvolto 66 partecipanti di età compresa tra i 18 e i 60 anni a cui era stata diagnosticata una lombalgia non specifica cronica che è durata almeno 3 mesi. Trentatré dei partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a un trattamento manipolativo osteopatico che includeva tecniche focalizzate sul diaframma. Nel frattempo, i restanti 33 partecipanti, o gruppo di controllo, hanno beneficiato dello stesso trattamento osteopatico ma con un intervento fittizio sul diaframma. Entrambi i protocolli prevedevano 5 sessioni per un periodo di quattro settimane per ogni partecipante. Al basale, dopo 4 e 12 settimane sono stati valutati i livelli di dolore e ansia dei partecipanti, così come la depressione, l’intensità percepita del dolore e le convinzioni personali per evitare la paura.

I risultati
Dall’analisi dei dati raccolti, Martí-Salvador e colleghi della CEU hanno osservato che, nel complesso, tutti e due gli interventi hanno portato miglioramenti significativi in ​​entrambi i gruppi. Tuttavia, il più grande miglioramento è stato notato nel gruppo che ha ricevuto interventi specifici sul diaframma. Nella fattispecie, lo studio ha rivelato «una riduzione statisticamente significativa» del dolore nel gruppo di intervento sul diaframma rispetto al gruppo sham. E le tecniche centrate sul diaframma hanno prodotto «miglioramenti significativi e clinicamente rilevanti nel dolore e nella disabilità», che possono essere osservati sia alla quarta settimana che a 3 mesi dopo l’intervento. «I risultati – concludono i ricercatori – suggeriscono che l’aggiunta di un intervento mirato specificamente al muscolo del diaframma all’interno di un protocollo di terapia manuale osteopatica aggiunge benefici clinicamente rilevanti rispetto all’applicazione isolata del protocollo, che è già efficace di per sé in pazienti con dolore lombare specifico».