15 ottobre 2019
Aggiornato 03:00
Abu Dhabi

E' morta la donna più grassa del mondo, pesava 500

È morta all'ospedale di Abu Dhabi la donna più grassa al mondo: pesava 500 chili. Il decesso è avvenuto a seguito di complicazioni post operatorie che le avevano fatto perdere 254 chili

Il suo nome era Eman Ahmed Abd El Aty, una donna di origini egiziane. Aveva 37 anni e il suo peso superava i 500 chili. Per questo motivo era stata etichettata come la donna più grassa al mondo. Stava finalmente riuscendo a perdere peso quando – in maniera quasi inaspettata – ha perso la vita. I dettaglia della vicenda.

La perdita di peso
La donna pesava 500 chili fino all’anno scorso ma era riuscita a fare progressi inimmaginabili. La sua vita, infatti, era divenuta davvero difficile a causa dell’obesità e di tutti gli effetti correlati alla condizione. Aveva quindi deciso di sottoporsi a un intervento di chirurgia bariatrica in India. L’intervento andò anche piuttosto bene: in una sola volta riuscì a perdere ben 254 chili. Quindi a termine operazione pesava esattamente la metà di prima.

Un intervento che le è costato caro
Per Eman fu una scelta difficile quella dell’intervento. Non tanto per una questione economica ma perché non aveva mai lasciato la sua casa di Alessandria prima di quel momento. In realtà il suo aumento di peso non era dovuto alla sua dieta. Anche perché – per arrivare a 500 chili - quanto bisognerebbe davvero mangiare? Si trattava di un problema di salute piuttosto grave provocato da una disfunzione della tiroide. Non a caso già al momento della nascita pesava cinque chili.

Una vita triste e difficile
La disfunzione tiroidea le aveva causato non pochi danni. Fin da piccola, infatti, aveva cominciato a prendere peso in maniera smisurata a tal punto che si vide costretta a lasciare la scuola. Uscire di casa era diventato un problema non da poco. Ecco perché aveva preso la drastica decisione: andare via da quella casa e recarsi in una clinica in India per ridurre il peso corporeo e avere così una vita normale. Per farlo si è recata all’ospedale di Abu Dhabi. Qualcosa, però, è andato storto e nonostante fosse riuscita a dimagrire ben 254 chili, i problemi di salute hanno cominciato a complicarsi notevolmente specialmente a livello cardiaco e renale. Ed è così che in breve tempo la donna ha lasciato questa vita triste e complicata.

Cos’è la chirurgia bariatrica
La chirurgia bariatrica, detta anche chirurgia dell’obesità, come si evince dal nome, si occupa di interventi mirati nei pazienti affetti da obesità. Grazie a questa tecnica – ideata nel 1952 - si può ridurre drasticamente il rischio di mortalità nei pazienti con patologie associate all’eccesso di peso corporeo. Attualmente non esiste altro metodo per perdere peso così velocemente. È bene sottolineare, però, che questo genere di chirurgia non è risolutivo e che, a seconda del paziente, si potrebbe recuperare il peso originale piuttosto velocemente. D’altro canto i dati ci dicono che circa due terzi dei soggetti obesi che hanno scelto un intervento bariatrico evitano di riprendere almeno il 50% del peso in eccesso nei futuri dieci anni. A differenza di quanto si pensi, inoltre, il costo dell’intervento non è così alto se si sommano tutti i costi medici che si devono sostenere per le malattie correlate all’obesità.