Pisolino e salute

Salute: sì al «pisolino». Purché duri poco

Il pisolino non fa male alla salute come si è sempre pensato, anzi, può svolgere effetti positivi. Però deve avere la giusta durata. Ecco cosa accade se si dorme troppo

Pisolino pomeridiano e salute
Pisolino pomeridiano e salute (Racorn | Shuuterstock)

Ci sono persone che evitano il sonnellino pomeridiano come la peste. Altre che, dopo un abbondante pasto, non stanno in piedi se non hanno fatto il pisolino quotidiano. Pratica da sempre ritenuta dannosa per la salute. Ma una recente ricerca americana smentisce clamorosamente questa convinzione: dormire fa bene purché non si esageri. Ecco quali sono i tempi giusti.

Il pisolino fa bene, però…
Il sonnellino pomeridiano potrebbe anche essere benefico per la salute purché non superi i 40 minuti. È questa la tesi a cui sono arrivati alcuni scienziati dell'American College of Cardiology dopo aver eseguito uno studio su 300mila persone in tutto il mondo.

Ma il tempo giusto è ancora più ridotto
Se da un lato non bisogna superare i 40 minuti, dall’altro è bene dire che questo sarebbe proprio il tempo massimo cui si potrebbe arrivare. Perché, a detta dei ricercatori, la durata perfetta sarebbe di soli 20 minuti.

E se dormi di più…
Al contrario, se si dorme troppo si corre il rischio di incappare in qualche problema di salute. «In chi dorme più di 40 minuti nel pomeriggio c'è un aumento del rischio di colesterolo alto, pressione alta e aumento di massa grassa. In particolare, chi dorme oltre 90 minuti ha il 50% in più di possibilità di contrarre il diabete di tipo 2». Ma il dato ancora più sconcertante è che si possono avere serie ripercussioni sulla salute anche se il riposino dura poco. In tal caso, infatti, «può essere dannoso e aumentare il rischio di sviluppare la sindrome metabolica». Quindi bisognerebbe dormire nel pomeriggio in maniera decisamente perfetta: sempre al di sotto dei 40 minuti. «Con questa durata non sono emersi rischi, e in alcuni casi è risultato anche un miglioramento delle condizioni generali, specie nelle persone che dormivano meno di mezz'ora».

Perché hai sonno?
In realtà un’altra ricerca si è posta un quesito importante: perché alcune persone hanno sonno dopo i pasti e altre no? Secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Tokyo e presentato al Congresso della Associazione Europea per lo Studio del Diabete a Monaco di Baviera, in Germania, il motivo potrebbe risiedere in un’errata metabolizzazione degli zuccheri. «E’ probabile che i fattori di rischio che portano al diabete siano anche causa del sonnellino», scrivono i ricercatori. Ma potrebbe essere anche il contrario: è il sonno diurno che potrebbe indurre il diabete. «Può falsamente apparire che la loro malattia ha causato un aumento della durata del sonnellino, piuttosto che il contrario – ha commentato a Science Media Centre Benjamin Cairns, ricercatore presso l’Unità di Epidemiologia del cancro dell’Università di Oxford – Questo potrebbe significare che lunghi pisolini sembrano causare il diabete o altre malattie, anche se solo è vero il contrario». Purtroppo su questo fronte non ci sono ancora prove concrete. Attendiamo ulteriori conferma da nuovi studi.