24 giugno 2017
Aggiornato 00:00
Prevenzione delle allergie

Bambini, allergie triplicate. Mamme: prevenite il problema in gravidanza

Ginecologi, neonatologi e pediatri fanno il punto. Un incontro a febbraio per limitare il fenomeno

ROMA  - A lanciare l'allarme è la comunità scientifica internazionale che punta l'attenzione su  strategie per la prevenzione primaria, possibile già in gravidanza. Negli ultimi anni si sono moltiplicati gli studi clinici che attestano gli effetti preventivi dei probiotici nel controllo di numerosi disturbi pediatrici, tra cui le allergie. Soltanto l'anno scorso  l'Organizzazione Mondiale per le Allergie ha elaborato le prime linee guida sul tema. Eppure sono ancora pochi i ginecologici e pediatri che li consigliano alle future mamme. 

  • Approfondimento: qualche dato:
    Il numero di bambini allergici è in forte aumento nei Paese Occidentali. Solo in Italia la percentuale è più che triplicata negli ultimi 20 anni: erano il 7% nel 1995, oggi a soffrirne è il 25% della popolazione pediatrica.

Un incontro per approfondire meglio l'argomento
Per capire come procedere e limitare il fenomeno, la Società Italiana di Ginecologia Ostetricia (SIGO), la Società Italiana di Neonatologia (SIN) e la Società Italiana di Pediatria (SIP) organizzano un incontro martedì 2 febbraio, a Roma, presso la Sala Cristallo dell'Hotel Nazionale a Piazza Montecitorio. Intervengono i presidenti delle Società scientifiche: Paolo Scollo (SIGO), Mauro Stronati (SIN) e Giovanni Corsello (SIP).