9 dicembre 2019
Aggiornato 23:30
Rimedi naturali che funzionano

Crampi mestruali: una tisana li calma

I crampi mestruali che affliggono molte donne ogni mese possono essere calmati senza ricorrere ai farmaci, con un semplice decotto di semi di finocchio.

INDIA – I dolori, o crampi mestruali, colpiscono ogni mese centinaia di migliaia di donne. I rimedi più comuni sono gli antidolorifici. Ma, come è risaputo, trattandosi di farmaci non sono esenti da effetti avversi, che possono essere anche seri. C’è dunque un modo per lenire questi crampi in modo più dolce? Secondo quanto riportato dal Journal of Research in Ayurveda, e uno studio indiano, sì. Si può preparare un decotto ai semi di finocchio.

DIGESTIONE E NON SOLO – I semi di finocchio, assunti tal quali o in tisana, sono noti per favorire al digestione e sgonfiare la pancia. Ma forse non tutti sapevano che possono anche essere utili nel calmare i dolori da ciclo mestruale. L’azione antidolorifica, secondo gli scienziati, è dovuta alla presenza di diverse sostanze antinfiammatorie.

AZIONE CONTRO IL DOLORE – A causare il dolore sarebbero le contrazioni uterine, provocate dal rilascio di alcuni ormoni che, per mezzo del sangue, agiscono sulle pareti dell’utero. Ma i semi di finocchio possono regolarizzare il flusso sanguigno sia nella zona uterina che quella pelvica. Secondo quanto riportato dallo studio, le donne che hanno consumato estratti di semi di finocchio durante le mestruazioni hanno beneficiato di una significativa riduzione del dolore.

IL DECOTTO ANTIDOLORE – Per preparare il decotto antidolore, gli esperti consigliano di prendere la misura di una tazza abbondante di acqua, un cucchiaio di semi di finocchio e mettere sul fuoco. Una volta raggiunta l’ebollizione, lasciare bollire per circa 20 minuti con un coperchio. Dopo di che, filtrare e bere. Il trattamento preventivo si può fare a partire da tre giorni prima della data presunta di inizio del ciclo, e poi durante il ciclo assumendolo da due a tre volte al giorno. Si ricorda che il decotto di semi di finocchio non è indicato in caso di epilessia, e in gravidanza (ma, visto il tipo di problema, forse non è questo il caso…).