15 novembre 2019
Aggiornato 15:30
Amor perduto

Gli infedeli credono nel vero amore

Un’alta percentuale di persone infedeli, che tradiscono, affermano di credere nel vero amore. Questo però, secondo loro, deve contenere un elemento erotico e l’attrazione sessuale ha una data di scadenza

WEB – Un noto sito d’incontri extraconiugali, Victoria Milan, ha promosso un’indagine tra i suoi iscritti che aveva come tema il vero amore. A sorpresa è saltato fuori che ben il 77% degli infedeli crede proprio nel vero amore. Sì, proprio le persone in odore di tradimento, ritengono che il vero amore esista. Forse è solo che non l’hanno ancora trovato, e così si concedono un po’ di «opportunità» per trovarlo.

ESISTE SÌ, MA… – I fedifraghi che sono in cerca del vero amore – e non si chiedono se la persona che tradiscono l’avesse magari trovato proprio in loro – si considerano forse dei romantici. Questo almeno pare, dato che il 50% di costoro ritiene che la parte sensuale della loro relazione d’amore non avrà mai fine. Il 60% degli intervistati, poi, ritiene che il vero amore deve contenere un elemento erotico – e questo potrebbe giustificare il perché vadano a consolarsi tra altre braccia o, meglio, gambe. Infine, il 36% ha dichiarato che l’attrazione sessuale ha una data di scadenza, e spesso è nei primi due anni di rapporto. Insomma, facciamolo subito perché poi non si fa più – con buona pace dell’amore vero.