18 settembre 2020
Aggiornato 22:30
In vista della Giornata mondiale senza tabacco

OMS: Vietiamo ogni forma di pubblicità al tabacco

Il tabagismo è causa della morte prematura di sei milioni di persone all'anno, secondo l'agenzia delle Nazioni Unite. Vietare ogni forma di pubblicità e promozione dei prodotti derivati dal tabacco è uno dei modi più efficaci di ridurne il consumo, in particolare tra i giovani

GINEVRA - In vista della Giornata mondiale senza tabacco, venerdì, l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato un nuovo appello per un divieto totale di ogni forma di pubblicità al tabacco.
Il tabagismo è causa della morte prematura di sei milioni di persone all'anno, secondo l'agenzia delle Nazioni Unite. Vietare ogni forma di pubblicità e promozione dei prodotti derivati dal tabacco è uno dei modi più efficaci di ridurne il consumo, in particolare tra i giovani, ha sottolineato il dottor Douglas Bettcher, direttore per la prevenzione delle malattie presso l'Oms. Il consumo è stato ridotto del 7 per cento in media nelle nazioni dove un simile divieto è stato introdotto. «La maggior parte dei fumatori ha iniziato la propria dipendenza dal tabacco prima dei vent'anni. Mettere al bando la pubblicità è il modo migliore di evitare che i giovani inizino a fumare», ha dichiarato il dottore Bettcher.

PUBBLICITÀ OCCULTA - L'Oms ha messo in guardia contro le nuove tattiche commerciali dell'industria del tabacco, come la distribuzione di gadget, il marketing occulto nei bar o nelle discoteche, l'uso dei social network, l'inserimento dei prodotti legati al tabacco nei film o nelle serie tv. «Il divieto deve essere completo per essere efficace», ha concluso il rappresentante dell'Oms.