13 dicembre 2019
Aggiornato 01:30
Tutte prendevano la pillola Alysena

Pillola difettosa, 40 donne canadesi incinte fanno causa

Ricorso collettivo contro la società farmaceutica Apotex e cui chiedono 800 milioni di dollari di risarcimento

OTTAWA - Un gruppo di donne canadesi, di cui 40 in stato interessante pur avendo assunto la pillola contraccettiva, hanno fatto ricorso collettivo contro la società farmaceutica Apotex e cui chiedono 800 milioni di dollari di risarcimento.

In totale sono sessanta le donne, tutte residenti nella provincia dell'Ontario, che hanno deciso di ricorrere in giustizia: di queste 40 sono rimaste in stato interessante, quattro hanno subìto delle interruzioni di gravidanza. Tutte prendevano la pillola Alysena, secondo quanto riferito dal loro avvocato, Sandy Zaitseff, citato dal quotidiano The Globe and Mail.

Nell'aprile scorso, 50mila confezioni di Alysena erano state ritirate dal mercato, dopo la scoperta che un lotto di questo farmaco conteneva due file di placebo invece di una sola. Cinque giorni dopo il richiamo era stato esteso ad altri 11 lotti.

L'avvocato Zaitseff ha sottolineato come l'errore di imballaggio abbia avuto conseguenze finanziarie per le sue clienti pari a diversi milioni di dollari, oltre a porre loro un grave dilemma etico.