17 ottobre 2019
Aggiornato 12:00
Comprendiamo affanno di chi gestisce situazione complessa

Attentato a Londra, Gabrielli: abbiamo carte e coscienza a posto

Il capo della polizia Franco Gabrielli ha commentato così la vicenda dell'italo-marocchino tra i responsabili del recente attentato a Londra fermato nel 2016 in Italia e poi segnalato nella baca dati dell'Interpol

LAMPEDUSA - «Esiste un sistema integrato di organismi e soggetti che trattano queste questioni, noi abbiamo le carte e la coscienza a posto. Comprendiamo anche l'affanno di chi è chiamato a gestire una situazione complessa». Così il capo della polizia, Franco Gabrielli, a margine dei lavori dei capi delle polizie di nove paesi UE, riuniti a Lampedusa, sulla vicenda dell'italo-marocchino tra i responsabili del recente attentato a Londra, fermato nel 2016 in Italia e poi segnalato nella baca dati dell'Interpol.