22 ottobre 2019
Aggiornato 10:30
Scontri di sabato

Guerriglia a Torno, Appendino: «Violenti sono dei criminali, hanno sporcato causa No Tav»

Il Sindaco del capoluogo piemontese: «E' stata un'operazione di pubblica sicurezza, pieno appoggio alle Forze dell'Ordine»

Il Sindaco di Torino, Chiara Appendino
Il Sindaco di Torino, Chiara Appendino ANSA

TORINO - «Chi ha esercitato violenza durante le manifestazioni di sabato non è portatore di nessuna dimensione valoriale positiva. Ha sporcato l'antifascismo, ha sporcato l'antirazzismo, ha sporcato la causa No Tav, ha sporcato molti altri nobili status di cui codardamente tenta di appropriarsi. Chi commette questo genere di violenze, è un criminale. Punto». Lo ha detto la sindaca di Torino Chiara Appendino nel corso delle comunicazioni in consiglio comunale a proposito degli scontri di sabato scorso durante il corteo degli anarchici, che protestavano per lo sgombero dell'Asilo occupato di via Alessandria.

Regole da rispettare reciprocamente

«E ogni cittadino perbene, che ha scelto di vivere in questa comunità, al cui interno ci sono delle regole da rispettare reciprocamente, credo abbia il dovere di marcare in modo inequivocabile le distanze da questo tipo di comportamento», ha rimarcato la sindaca, riferendosi implicitamente a chi ha espresso solidarietà nei confronti dei manifestanti.

Operazione di pubblica sicurezza

Lo sgombero di via Alessandria «è stata una operazione di pubblica sicurezza, eseguita dalla Questura sotto l'impulso della magistratura, nell'ambito di una inchiesta per associazione sovversiva», ha puntualizzato Appendino sottolineando che l'operazione non rispondeva «a un presunto piano di sgomberi del Viminale o della Città di cui si è vociferato in questi giorni». «Intendo comunque ribadire con la massima chiarezza e franchezza che da parte della Città c'è il pieno appoggio a questa operazione», ha chiarito Appendino.