19 agosto 2018
Aggiornato 21:00

Esce sul terrazzo e spara con un fucile contro «un immigrato»

La vittima è un operaio di 33 anni originario di Capo Verde e residente nel Vicentino. A sparare un italiano di 40 anni
Il fucile usato per ferire l'operaio. Vicenza, 27 luglio 2018
Il fucile usato per ferire l'operaio. Vicenza, 27 luglio 2018 (ANSA/ CARABINIERI)

BASSANO (VICENZA) - Ha imbracciato la sua carabina, è uscito sul terrazzo di casa e ha aperto il fuoco. Il colpo ha centrato a una gamba un operaio di 33 anni originario di Capo Verde e residente da anni a isola vicentina. L'uomo, dipendente di una ditta di impianti elettrici, era su una pedana mobile, sospeso a oltre 7 metri di altezza, quando è stato colpito. Ad aprire il fuoco è stato un 40enne, un disoccupato residente in paese, che è stato denunciato in stato di libertà per esplosioni pericolose e lesioni aggravate.

La cronaca
La vittima era su una pedana mobile per collegare le luminarie davanti al municipio quando ha sentito un forte bruciore provenire dalla regione lombare sinistra. Per fortuna l'uomo è riuscito a non precipitare ma si è accasciato sulla pedana per poi essere immediatamente trasportato all'ospedale San Bassiano. In pochi minuti i carabineri sono riusciti a capire la provenienza del colpo: il terrazzo del vicino condominio di via Martiri del Grappa. E da lì sono riusiti a risalire all'identità dell'autore del folle gesto.

Il fermo
Nell'appartamento dell'uomo che ha aperto il fuoco è stato ritrovata l'arma ad aria compressa, una carabina 4,5 mm. marca Stoeger, di colore nero: un'arma a libera vendita, utilizzata per ferire l'operaio che ha riportato una lesione sulla regione lombare con prognosi di 7 giorni. L'uomo non ha fornito spiegazioni per il gesto.