21 settembre 2019
Aggiornato 06:30
Spettacolo

Fabrizio Frizzi: a Piazza del Popolo l’ultimo saluto al conduttore

Migliaia di persone hanno voluto omaggiarlo riempiendo la piazza e seguendo la diretta di Rai1 trasmessa sul maxischermo

Carlo Conti e Antonella Clerici sul maxischermo all'esterno della chiesa degli Artisti durante i funerali di Fabrizio Frizzi, Roma, 28 marzo 2018.
Carlo Conti e Antonella Clerici sul maxischermo all'esterno della chiesa degli Artisti durante i funerali di Fabrizio Frizzi, Roma, 28 marzo 2018. ANSA

ROMA – È stato accolto con un lungo applauso l'arrivo del feretro di Fabrizio Frizzi alla Chiesa degli artisti a piazza del Popolo, a Roma. Migliaia di persone hanno voluto omaggiare il popolare conduttore televisivo riempiendo la piazza e seguendo la cerimonia dal maxischermo che, al momento dell'arrivo della salma, ha proiettato una immagine sorridente del conduttore deceduto nella notte tra domenica e lunedì. Dopo la benedizione della bara, su cui c’erano una foto del conduttore sorridente e un grande cuscino di tulipani gialli, e la dichiarazione della fine della messa, il sacerdote ha dato la parola ad Antonella Clerici e Carlo Conti per la lettura della 'preghiera degli artisti'.

Il ricordo della vicina di casa
«Fabrizio era allegro sin da piccolo, lo conosco da quando aveva undici anni» ha raccontato Teresa, una vicina di casa di Fabrizio Frizzi che ha proseguito «Mi è stato molto vicino quando mio figlio è morto, corse subito da noi. Noi viviamo in via Attilio Frigeri dove Fabrizio ha vissuto con la sua famiglia da bambino e dove ancora oggi vive il fratello Fabio». Teresa ha cercato in tutti i modi di entrare nella Chiesa degli Artisti in piazza del Popolo, dove si sono svolti i funerali: «Spero mi facciano entrare, non sono andata a casa di Fabio per non disturbare, ma oggi vorrei proprio esserci».

La commozione al termine dei funerali
Si è vissuto un clima di grande commozione sul finale dei funerali di Fabrizio Frizzi nella Chiesa degli Artisti in piazza del Popolo a Roma. Dopo la benedizione della bara, su cui c'erano una foto del conduttore sorridente e un grande cuscino di tulipani gialli, e la dichiarazione della fine della messa, il sacerdote ha dato la parola ad Antonella Clerici e Carlo Conti per la lettura della 'preghiera degli artisti'. Subito dopo, è intervenuto Flavio Insinna per leggere la poesia sull'amicizia di Jorge Luis Borges, che recentemente un gruppo di amici e colleghi aveva dedicato proprio a Fabrizio Frizzi durante una delle ultime serate passate insieme. «Ho fatto quello che farebbe qualsiasi amico: ho pregato e ho ringraziato Dio per te. Grazie per essermi amico», recita il finale della poesia. Dopo che il sacerdote ha ringraziato tutti i presenti a nome della moglie di Frizzi, Carlotta Mantovan, un lungo applauso è partito nella chiesa e si esteso anche nella gremitissima piazza del Popolo, dove oltre un migliaio di persone hanno seguito il funerale davanti al maxischermo che proiettava la diretta di Rai1 sui funerali. La bara è stata accompagnata fuori sorretta dagli amici di Frizzi e dal fratello Fabio, che durante tutto il funerale è stato accanto alla moglie del conduttore scomparso.