7 dicembre 2022
Aggiornato 13:30
Appuntamenti

Eventi a Firenze, 8 cose da fare il 6 e il 7 gennaio

Dallo spettacolo, alla musica, all'arrivo della Befana. Ecco che cosa vi attende in città e come fare per non perdere il meglio

Firenze, 8 cose da fare il 6 e il 7 gennaio
Firenze, 8 cose da fare il 6 e il 7 gennaio Foto: Shutterstock

FIRENZE – Teatro, musica, appuntamenti della tradizione e cultura. Ecco qualche consiglio per non lasciarsi sfuggire i momenti più interessanti del weekend.

A teatro
Al Teatro Puccini, il 6 e 7 gennaio, in scena Il Piccolo Principe. Tratto dal famoso racconto di Antoine de Saint-Exupéry è stato portato in scena per 19 anni dalla Compagnia MDTeatro di Firenze; alla sua 20ª stagione il nuovo allestimento e la distribuzione viene affidata a Khora Teatro, compagnia di produzione teatrale di Alessandro Preziosi, Tommaso Mattei e Aldo Allegrini. Il Piccolo Principe di Italo Dall’Orto, con oltre 600 recite e oltre 400.000 spettatori, è considerato la più poetica ed efficace messa in scena a livello internazionale della famosa opera letteraria. Il nuovo allestimento ne manterrà il format ma avrà un nuovo Pilota (il regista e attore fiorentino Lorenzo Degl'Innocenti) e un nuovo Piccolo Principe (al suo debutto il giovanissimo Giovanni Bonaccorsi). Il piccolo Principe è uno dei libri più letti del secolo appena trascorso, la grande metafora del bambino che si presenta misteriosamente a un pilota col suo aereo in avaria nel Sahara e che, dopo una storia di amicizia con quello strano adulto, scompare lassù altrettanto misteriosamente, è nota a tutti. Lo spettacolo si ispira fedelmente al testo e alle immagini del famoso libro, best-seller della letteratura per ragazzi, o meglio, della letteratura «per quegli adulti che un giorno furono ragazzi», per parafrasare le celebri parole del suo autore. L’adattamento e la regia di Italo Dall’Orto vuole in scena un bambino nel ruolo del piccolo protagonista che sia capace di restituire al pubblico tutta l’ingenuità e il disincanto della creatura letteraria; una «guida» che accompagni gli spettatori in un bellissimo viaggio tra testo ed emozione. La scenografia «si limita» a atmosfere di luci e di colori, nelle quali scorrono gli elementi essenziali del racconto. Le immagini scenografiche, i costumi, le luci e le musiche riproducono nella scatola magica del palcoscenico le suggestioni del racconto come in un grande caleidoscopio.

Musica live
All'Auditorium Flog, sabato 6 gennaio, La Band del Brasiliano in concerto. Apertura 21.30. La Band del Brasiliano è un ensemble di musicisti toscani, provenienti da realtà molto diverse tra loro (Dilatazione, The Bluebeaters, Fantomatik Orchestra, Paolo Benvegnù, Ulan Bator), appositamente riuniti per la composizione di alcuni brani della colonna sonora de La Banda del Brasiliano di John Snellinberg (2010). Dal 2011 hanno cominciato, per gioco, ad esibirsi dal vivo, e la festa non è ancora finita. In formazione «big band» variabile, dagli 8 agli 11 elementi, con le voci di Serena Altavilla (Solki, Blue Willa, Mariposa, Calibro 35) e Davide Arnetoli, hanno suonato in tutta Italia, dividendo il palco – tra gli altri - con Baustelle e Calibro 35.

Musica elettronica
L’artista francese Vitalic, noto al grande pubblico per essere uno dei capostipiti dell’electro-house francese, ha scelto nuovamente il Viper Theatre di Firenze come tappa del suo nuovo Tour.

La Befana in treno
Il 6 gennaio torna, come da tradizione, il Treno della Befana, un convoglio composto unicamente da vetture storiche trainato da una locomotiva a vapore perfettamente funzionante. Il treno partirà dalla stazione di Firenze Santa Maria Novella. Il tragitto sarà Firenze, Pontassieve, San Piero a Sieve, Vaglia e rientro a Firenze. Per tutto questo lungo percorso la trazione sarà esclusivamente affidata alla locomotiva a vapore senza l’ausilio di alcun moderno locomotore. Si viaggerà come una volta, su vetture degli anni ’30con interni originali dove persino l’impianto di riscaldamento funziona con il vapore prodotto dalla locomotiva. La manifestazione è organizzata dall'Associazione Toscana Treni Storici "Italvapore" in collaborazione con la Proloco di San Piero a Sieve con il Patrocinio del Comune di Scarperia e San Piero, l'Unione Montana dei Comuni del Mugello.

La Befana in auto
Il 6 gennaio si rinnova la tradizionale sfilata di auto d'epoca con la Befana ed esposizione in Piazza della Repubblica. Come da tradizione da più di 20 anni, anche quest'anno le auto d'epoca del Camet (Club Auto Moto d'Epoca Toscano) e la Polizia Municipale di Firenze rievocano la tradizionale Befana del Vigile Urbano, una consuetudine ormai abbandonata da decenni. Il giorno dell'Epifania era tradizione per gli automobilisti portare dei doni (generalmente erano dolci, bottiglie e fiaschi di vino o di olio che poi finivano in dono alla mensa dei poveri) ai Vigili che, posizionati su delle pedane al centro degli incroci, dirigevano il traffico con ampi gesti evidenziati dai caratteristici maniconi bianchi. La manifestazione, organizzata in collaborazione con la Polizia Municipale, il Comune e la Presidenza del Consiglio Regionale, si ripete anche quest'anno iniziando con il raduno delle auto d’epoca nel piazzale delle Cascine alle 9.15. La carovana di auto partirà alle 10.30 per dirigersi in Piazza della Repubblica, sostando nei tre incroci dove i Vigili Urbani con la divisa storica dirigeranno il traffico dalle pedane. Una delegazione del CAMET si troverà direttamente all'ospedale Mayer con la Befana per la visita ai bambini ricoverati e per la consegna di un contributo dei soci del Club per l'allestimento della nuova ludoteca. La Befana verso le 11 con la Torpedo Blu del CAMET lascerà il Mayer per Piazza della Repubblica. Nella piazza, la Befana assieme al Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani - sotto il famoso gazebo giallo del CAMET - distribuirà doni ai bambini presenti. Le auto d'epoca resteranno esposte in Piazza della Repubblica fino alle 13. Ingresso libero. Alla manifestazione parteciperà anche il famoso e coloratissimo taxi Milano25 con Caterina Bellandi, sempre presente nelle attività benefiche verso i bambini.

La Befana in barca
Anche quest’anno una Befana speciale arriverà in Arno, alla Canottieri Comunali Firenze. Saranno molte, anzi, le befane che accoglieranno le famiglie e i bambini in riva d’Arno per uno degli appuntamenti più attesi di tutta la città ed entrato nel cuore dei fiorentini, organizzato insieme alla Lllt presso la sede della società sul Lungarno Ferrucci. Il gruppo delle Florence Dragon Ladies e molte altre socie della Canottieri vestiranno gli abiti della Befana e si occuperanno della festa organizzando tutte le attività per grandi e piccini, a partire dalla consueta merenda ricca di dolci, pandori, panettoni e vin brulè per gli adulti. Befane con le pagaie animeranno le gite sul fiume a bordo dei Dragon Boat mentre ad altre spetterà il compito di distribuire le bellissime calze piene di dolci offerte come da tradizione da Esselunga. L’appuntamento è per la mattina del 6 gennaio, dalla ore 10 alle 12.

Mercati agricoli
Anche per la festa dell’Epifania, le aziende agricole lasciano le campagne per portare nel centro della città di Firenze le specialità locali con prodotti caratteristici del territorio. Dalle 8 alle 13, nel Piazzale del Re alle Cascine, si svolge il consueto mercato settimanale di Coldiretti Campagna-Amica. Come al solito tanti banchi per gli appassionati del 100% made in con ortaggi e frutta di stagione, marmellate, formaggi, pecorini, salumi, carne e trasformati, tutti rigorosamente a chilometro zero. Per tutti i presenti in omaggio una calza della Befana del tutto particolare con le consuete caramelle per i piccini e prodotti che regalano salute per i grandi. Nella calza targata Campagna Amica mandarini e noci con i consigli nutrizionali e suggerimenti per utilizzi originali.

La cavalcata dei Magi
Per celebrare il giorno dell'Epifania, sabato 6 gennaio, l'Opera di Santa Maria del Fiore organizza a Firenze la rievocazione storica della Cavalcata dei Magi. La manifestazione, giunta alla 20esima edizione dell'epoca moderna, è nata nell'ambito deifesteggiamenti per i 700 anni dalla posa della prima pietra della Cattedrale e della fondazione dell'Opera, quando si decise di riprendere un'antica e gloriosa tradizione fiorentina del XV secolo organizzando un corteo storico, sotto gli auspici dell'Arcidiocesi, del Capitolo del Duomo, in collaborazione con il Comune di Firenze e con la partecipazione dei comuni della provincia. Il solenne corteo con in testa i Re Magi a cavallo, in sontuosi abiti di seta ispirati a quelli dell'affresco di Benozzo Gozzoli, sarà composto da circa 700 figuranti, tra cui quelli della Repubblica fiorentina.