30 settembre 2020
Aggiornato 21:00
Intervento della Polizia di Stato

Casilino, si chiude in auto e tenta il suicidio

Gli agenti lo hanno trovato chiuso in auto con un coltello puntato alla gola, pronto a togliersi la vita

ROMA - Una tragedia sfiorata, a Roma. Gli agenti della Polizia lo hanno trovato all'interno della sua auto, mentre si puntava un coltello alla gola tentando di suicidarsi e prontamente sono intervenuti disarmandolo. L'episodio è accaduto nella tarda serata di ieri, in via Giarre, zona Casilino, quando alcuni passanti hanno notato il giovane e hanno chiamato il 112 - il nuovo numero unico europeo - riferendo all'operatore di una persona che armeggiava con una pistola.

Coltello o pistola
Immediata la comunicazione alla Sala Operativa della Questura di Roma che ha interessato le pattuglie presenti in zona e in pochi minuti, sul posto sono giunti gli agenti del Commissariato di Frascati e delle Volanti. Il giovane si stava puntando il coltello alla gola ma sul sedile accanto aveva anche una pistola.

Il sequestro delle armi
Con molta cautela gli agenti lo hanno disarmato. Il personale della Polizia di Stato, dopo aver parlato a lungo col giovane, lo ha convinto ad affidarsi alle cure dei sanitari. Il coltello e la pistola, poi risultata essere una scacciacani, sono stati sequestrati dalla polizia.