13 novembre 2019
Aggiornato 18:30
l'8 marzo le donne non pagano

Festa della donna, Franceschini: «Domani musei gratis per tutte le donne»

Alla Camera dei Deputati c'è un calendario fitto di eventi per la ricorrenza, ma degna di nota è anche l'iniziativa del Ministero dei Beni Culturali

Domani è la festa della donna.
Domani è la festa della donna. Shutterstock

ROMA - Calendario fitto di eventi alla Camera dei deputati in occasione della Giornata internazionale della donna. Si comincia domani, prima domenica del mese quindi, come d'abitudine, giornata di "Montecitorio a porte aperte». Che assume un significato particolare nel Settantesimo anniversario della conquista del diritto di voto da parte delle donne.

Un calendario fitto di eventi alla Camera
Per ricordare quel passaggio cruciale della lotta per i diritti, alle 11.15 presso la sala della Regina - si legge in una nota - verrà proiettato il film Suffragette, di Sarah Gavron, introdotto dalla presidente della Camera, Laura Boldrini. Lunedì 7 marzo, dalle 18.30, le porte di Montecitorio si aprono nuovamente per ospitare il recital di Daria Colombo e Roberto Vecchioni 'La forza delle donne': letture tratte dal romanzo di Daria Colombo Alla nostra età, con la nostra bellezza e canzoni a tema di Roberto Vecchioni con l'accompagnamento di pianoforte e flauto, voce di Ilaria Biagini e regia di Velia Mantegazza.

Gli appuntamenti di domani
Martedì 8 marzo, dalle 15, si discute di informazione: Genere femminile e media. "L'informazione sulle donne può cambiare" è il titolo di un seminario di aggiornamento per giornalisti organizzato in collaborazione con l'ordine dei giornalisti e l'intergruppo parlamentare per le donne, i diritti e le pari opportunità. Dopo il saluto della presidente Laura Boldrini, discuteranno dell'impatto del linguaggio e dei contenuti di genere sui media tradizionali e "new" la linguista Cecilia Robustelli e i giornalisti Mario Calabresi, Luigi Contu, Antonio Di Bella, Antonio Polito, Marcello Sorgi, Sarah Varetto, moderati da Maria Latella. Interverranno anche la vice presidente della Camera, Marina Sereni, e alcune parlamentari dell'intergruppo per le donne.

Musei gratis per tutte le donne
Degna di nota è anche l'iniziativa promossa dal ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini: «Da quest'anno i musei statali saranno gratuiti per le donne ogni 8 marzo": così il ministro ha annunciato l'iniziativa del ministero che, per la Giornata internazionale della donna, aprirà gratuitamente alle donne i musei, le aree archeologiche e i monumenti statali. Franceschini ha invitato i direttori dei musei ad organizzare visite, eventi e manifestazioni a tema nei luoghi della cultura statali per sottolineare il rilievo di questa giornata dedicata ai diritti delle donne. L'elenco delle iniziative verrà pubblicato sul sito www.beniculturali.it.