19 giugno 2021
Aggiornato 02:00
clienti colti sul fatto

Via Casilina, camere "hot" per prostitute in subaffitto

Una donna colombiana di 43 anni aveva messo in piedi un piccolo business nella Capitale. Subaffittava le sue camere a un giro di prostitute

ROMA - Il gran via vai di uomini a tutte le ore del giorno e della notte ha insospettito i condomini di uno stabile su via Casilina, che si sono rivolti alle forze dell'ordine. Ed ecco svelato il mistero...

Il business nel cuore di Roma
Una donna colombiana di 43 anni aveva messo in piedi un piccolo business nella Capitale. Subaffittava le sue camere a un giro di prostitute che ricevevano così comodamente i clienti direttamente in stanza, all'interno di un condominio sito su via Casilina. Sulle "tariffe" tratteneva inoltre una parte del compenso. 

L'intervento dei Carabinieri
La donna è stata arrestata dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trastevere per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Allertati dai condomini, che si erano insospettiti per il gran via vai di uomini a ogni ora del giorno e della notte, i Carabinieri hanno effettuato vari appostamenti ai quali è seguito un controllo d'ordinanza cogliendo le prostitute e i clienti sul fatto. Nel corso delle perquisizioni sono stati inoltre trovati due cellulari con i nomi dei clienti abituali.