31 ottobre 2020
Aggiornato 21:00
Giustizia

A processo il sindaco Maura Forte

Rinviato a giudizio il primo cittadino di Vercelli nel procedimento presso il Tribunale cittadino per firme false alle elezioni provinciali del 2011

VERCELLI – Da indagata è diventata imputata Maura Forte (Pd), sindaco di Vercelli rinviata a giudizio nel procedimento presso il Tribunale cittadino per firme false alle elezioni provinciali del 2011.

Il suo avvocato Massimo Mussato ha spiegato di aspettarsi la decisione dei magistrati dicendosi sicuro che durante il processo si chiarirà l’insussistenza di ogni contestazione e di ogni responsabilità della sua assistita.

Il gup Giulia Pravon ha accolto in totale 11 richieste di rinvio a giudizio, tra cui per l’ex presidente del consiglio comunale Camillo Bordonaro (Pdl), il consigliere regionale del Pd Giovanni Corgnati, l'ex vicesindaco Antonio Prencipe, Pier Giorgio Comella e Emanuele Pozzolo(ex Lega). Disposto il non luogo a procedere verso altre 14 persone coinvolte: Massimo Simion, Giorgio Corradini, Barbara Gardano, Giovanni Caglioti, Daniele Pane, Marco Pasteris, Ercole Fossale, Salvatore Alaimo, Maria Rachele Averone, Francesco Corradino e Marco Ferraris. Assolti con altri riti Giuseppe Rotondo e Gaetano Angelone. Ha patteggiato una pena di sei mesi e 20 giorni Fulvio Berrone

La prima udienza si terrà il 4 aprile 2016.