25 luglio 2024
Aggiornato 03:30
online il bando per partecipare

WiFi romano cercasi, ma con “Adotta un hot spot” diventa realtà

L'avviso pubblico per la ricerca dei partner tecnologici (operatori economici delle telecomunicazioni) che intendono partecipare all’iniziativa è già attivo e disponibile online

ROMA - Potenziare e ampliare la rete WiFi di Roma Capitale è una necessità per tutti i cittadini romani. Ma da oggi è anche una possibilità concreta grazie all’iniziativa "Adotta un hot spot", che consentirà di integrare con la partecipazione dei privati la rete WiFi pubblica e gratuita della Capitale, migliorando accessibilità e copertura senza alcun costo per l’Amministrazione. L'avviso pubblico per la ricerca dei partner tecnologici (operatori economici delle telecomunicazioni) che intendono partecipare all’iniziativa è già attivo e disponibile online.

Adotta un hot spot
«Grazie ad ‘Adotta un hot spot’ Roma fa un salto in avanti e si porta al livello di altre Capitali europee come Parigi e Londra, città dove le reti pubbliche già consentono ai privati di ‘federarsi’ con la rete del Comune», dichiara l’assessore Marta Leonori (Roma Produttiva). Al termine della procedura, le aziende accreditate potranno fornire Kit e servizi di connessione ai privati che aderiranno ad «Adotta un Hot Spot» entrando così a far parte di DigitRoma WiFi, l’infrastruttura di rete pubblica che comprende attualmente oltre 1.200 Access Point installati presso 400 siti distribuiti sul territorio romano. Cittadini e turisti posso accedere in mobilità grazie a smartphone e tablet usufruendo di una connessione gratuita di 4 ore al giorno. «Questo è uno dei progetti che l’amministrazione capitolina ha messo in cantiere per il Giubileo e che ora entra nel vivo: dotare la città di un maggior numero di punti di accesso, dal centro della città, dove sono attesi turisti e pellegrini, alla periferia, permetterà di offrire più servizi a quanti arriveranno a Roma e ai romani. Inoltre, al termine del Giubileo, Roma avrà una rete Wi-Fi più ampia, più versatile e più accessibile", ha concluso l’Assessore. Speriamo che in tanti aderiranno all'iniziativa.