29 gennaio 2020
Aggiornato 10:30
Paura al campo rom

Lei lo lascia, lui impazzisce e da fuoco al campo rom

Il trentenne era ubriaco e dopo aver creato scompiglio ha dato fuoco alla sua baracca

VERCELLI - E' successo ieri a Vercelli nel campo rom situato sull'argine del Sesia, un uomo di 30 anni di origine rom sinti non riesce in alcun modo a sopportare la delusione d'amore data dalla fidanzata che lo ha lasciato e incendia la sua abitazione.

Una reazione che poteva diventare tragedia
Un attimo di follia che poteva sfociare in tragedia. Il trentenne era ubriaco a causa della delusione d'amore appena ricevuta. Dapprima ha litigato violentemente con il fratello, poi ha dato alle fiamme la baracca dove viveva rischiando di far divampare un incendio di grandi dimensioni nel campo nomadi. L’incendio si è propagato in fretta poi è stato domato.

Sono immediatamente intervenute le forze dell'ordine
Anche il trentenne viene avvolto dalle fiamme ma la presenza di agenti della volante, intervenuti in precedenza per calmare la lite tra il piromane e il fratello, riescono a non far precipitare la situazione. La baracca dell'uomo però è completamente distrutta e il giovane è stato denunciato per incendio doloso.