25 aprile 2024
Aggiornato 07:00
Stalking

Denunciato per stalking, allontanato dall'ex moglie

Non potrà più avvicinarsi né avere contatti con lei. L'uomo di 44 anni controllava, minacciama e molestava la donna da mesi. Venerdì è stata emessa l'ordinanaza che lo tiene lontano

VERCELLI - Un uomo di origine albanese di 44 anni è stato ritenuto responsabile di stalking nei confronti dell'ex moglie, una vercellese di 37 anni. Non potrà più avvicinarsi né comunicare con lei in nessun modo. Da marzo a settembre di quest’anno la donna è stata al centro di minacce, molestie e pedinamenti da parte dell’ex marito. La seconda sezione della squadra mobile della polizia di Vercelli ha raccolto molti indizi dopo le richieste di aiuto e le denunce da parte della vittima. 

Aveva dovuto cambiare abitudini
Nel pomeriggio di venerdì 18 settembre, l’uomo è stato raggiunto da un’ordinanza applicativa della misura coercitiva di divieto di avvicinamento perché ritenuto responsabile del reato di stalking. La donna aveva dovuto cambiare le sue abitudini di vita: riceveva in continuazione messaggi deliranti, inviati con Whatsapp, che dimostravano come la donna fosse controllata nei suoi spostamenti. Ora, grazie all’ordinanza emessa dal gip di Vercelli, per lei l’incubo è finito. 

Non potrà più avvicinarsi né avere contatti
Non potrà più avvicinarsi ai luoghi frequentati abitualmente dalla sua ex, in particolare la sua abitazione e il luogo dove lavora e non potrà più comunicare in alcun modo con lei, né in forma scritta, né via telefono, né via internet o per interposta persona. L’ordinanza è stata emessa dal Gip del locale Tribunale, su richiesta del PM titolare dell’indagine, alla luce degli elementi raccolti dagli operatori della Polizia di Stato di Vercelli - 2ª Sezione della Squadra Mobile - che hanno avviato scrupolose indagini in seguito a diverse richieste di aiuto, seguite da denunce, da parte della vittima.