30 ottobre 2020
Aggiornato 02:30
Caso Tirrenoambiente Spa

Discarica di Mazzarà Sant'Andrea, oggi l'interrogatorio a Giuseppino Innocenti

Oltre che delle vicende legate alla Tirrenoambiente Spa Innocenti dovrà rispondere davanti al Gip di ulteriori aggravamenti sul suo caso

VERCELLI - Ieri, giovedì 10 settembre, è stato notificato a Giuseppino Innocenti l’avviso di conclusione delle indagini ai sensi del disposto dell’art. 415 bis del Codice di Procedura Penale. Si tratta di un procedimento parallelo a quello che ha condotto in carcere a Billiemme l’imprenditore di Borgo Vercelli.

Incarichi senza gara d'appalto
Al centro di questo ulteriore procedimento gli affidamenti per servizi resi ai Comuni del territorio siciliano della Società Osmon spa direttamente collegata alla Tirrenoambiente Spa, anch’essa avente sede a Borgo Vercelli, di cui a lungo è stato legale rappresentante l’imprenditore novarese Giuseppe Antonioli. La Osmon, infatti, avrebbe ricevuto incarichi per servizi contestati come assegnati in assenza di gara ad avidenza pubblica.

Contestati anche i prezzi praticati
La posizione risulterebbe particolarmente critica poiché la Osmon medesima non è e non è mai stata socia della Tirrenoambiente circostanza che avrebbe potuto in qualche modo giustificare l’affidamento diretto. Contestata anche l'entità dei prezzi praticati, che si sarebbe tradotta in un aggravio di costi a carico della committenza pubblica.

L'interrogatorio di garanzia
La notifica è stata eseguita in carcere a Billiemme dove Innocenti si trova in stato di custodia cautelare. Oggi l'uomo sosterrà l’interrogatorio di garanzia, affidato su delega della Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto al Gip vercellese Dott.ssa Giulia Pravon. L'imprenditore di Borgo Vercelli sarà assistito dagli Avvocati di fiducia Bruno Poy del Foro di Vercelli e Antonino Dalmazio di Barcellona Pozzo di Gotto.