23 gennaio 2020
Aggiornato 00:30
Tradizione secolare a Caresana

Pronta al via la 779a edizione della Corsa dei Buoi di Caresana

La festa patronale di San Giorgio culminerà nella spettacolare corsa dei buoi. In 20 secondi si risolverà la sfida di quattro aurighi alla guida dei carri

CARESANA - Mercatini, esposizioni di auto, spettacoli, mostre e la spettacolare corsa dei carri trainati da buoi. Questi sono alcuni degli eventi che caratterizzeranno la tradizionale festa patronale di San Giorgio di Caresana. L'evento principe della manifestazione sarà la corsa dei buoi, giunta alla 779a edizione. Nell'arco di una ventina di secondi, quattro squadre cercheranno di primeggiare sulle altre affrontando un percorso rettilineo lungo circa 200 metri. Da venerdì 24 a domenica 26 aprile, dunque, Caresana sarà immersa nella festa più importante del paese.

IL PROGRAMMA - Il programma della manifestazione mescola vari eventi, sia religiosi che civili. Nel giorno di apertura, a partire dalle 16 saranno esposti i fazzoletti delle leve dei coscritti degli anni passati (nel salone Don Pollo dell'oratorio) e si svolgerà il mercatino dei giocattoli a cura dei bambini caresanesi (sotto i portici). Alle 20 è prevista la cena con gli aurighi (area polivalente) a cui seguirà intrattenimento musicale. Il sabato sarà aperto un banco di beneficenza (dalle 17 in oratorio), mentre alle 20,30 sarà celebrata la novena di San Giorgio seguita dalla processione con la statua del Santo, accompagnata dalla banda musicale cittadina di Santhià. Alle 21,15 avverrà il sorteggio pubblico per l'ordine di partenza della corsa dei buoi, a cura del Comune e dei partecipanti alla gara, alla presenza del priore della chiesa di San Giorgio. La giornata più ricca di eventi sarà domenica. Fin dal primo mattino (le 8,30) saranno aperti il mercatino dell'artigianato, la mostra di pittura e l'esposizione di automobili. Alle 10,15 una processione con il Santo della chiesa di San Giorgio e la messa con la benedizione del pane anticiperanno la corsa dei buoi, che prenderà il via a mezzogiorno, e la successiva premiazione. L'equipe dell'Istituto alberghiero di Trino si occuperà della preparazione del pranzo (alle 13 all'area polivalente). Nel tardo pomeriggio alla messa celebrativa seguiranno uno spettacolo di musica country e l'apertura dell'area giochi per i bambini. Concluderanno la manifestazione una messa in onore di San Bovo, la benedizione di automezzi, macchine agricole e animali (lunedì 27 alle 11).

ORGANIZZATORI - Organizzatori della manifestazione, patrocinata dal Comune, sono gli attivi componenti del Comitato Festeggiamenti Caresanesi, guidati dal presidente Elio Binelli. L'associazione, nata nei primi anni Settanta, ha lo scopo di promuovere e salvaguardare le tradizioni caresanesi attraverso l'organizzazione di eventi folcloristici, culturali e sociali, precedentemente svolti dalla Famija Carsanina.