18 febbraio 2019
Aggiornato 04:30
Assalto caveau

Spari con kalashnikov nel Vercellese

Conflitto a fuoco a Quinto Vercellese tra Carabinieri e una decina di banditi che con una ruspa avevano tentato di assaltare il caveau di un istituto di vigilanza.

VERCELLI - Conflitto a fuoco a colpi di kalashnikov, nella notte a Quinto Vercellese, tra Carabinieri e una decina di banditi che con una ruspa avevano tentato di assaltare il caveau di un istituto di vigilanza. Dopo la sparatoria, per coprirsi la fuga i malviventi hanno dato fuoco ad alcune auto.

Diverse le strade ancora inagibili - A dare l'allarme ai Carabinieri, secondo le prime informazioni raccolte, sarebbe stato un vigilante dell'istituto Fidelitas, dove è avvenuto l'assalto. I malviventi, almeno una decina, si sono presentati con un camion, dal quale hanno scaricato la ruspa con cui volevano demolire il muro di cinta e raggiungere il caveau, dove è custodita una ingente somma di denaro.

L'assalto è fallito - I carabinieri stanno dando la caccia ad almeno una decina di banditi, che sono entrati in azione intorno alle 3 della scorsa notte, vestiti di nero e incappucciati. L’assalto è fallito, e dunque non è stato prelevato nulla, perché la banda ha sbagliato il lato dell’edificio in cui si trova il caveau. Il resto l’hanno fatto la prontezza delle guardie giurate presenti all’interno dell’istituto di vigilanza, che hanno dato l’allarme, e il pronto intervento dei carabinieri. Sul luogo della sparatoria, è stata trovata una trentina di bossoli di kalashnikov.