15 maggio 2021
Aggiornato 13:30
Calderoli chiede tolleranza zero con chi occupa

«Nei centri sociali figli di papà con i soldi»

Il leghista Roberto Calderoli, vice presidente del Senato, a proposito degli scontri avvenuti a Milano durante lo sgombero di due centri sociali, durante i quali i manifestanti hanno lanciato pietre contro gli agenti e incendiato cassonetti​, ha affermato con decisione che serve una punizione seria e severa per chi sbaglia: «Per i soliti idioti zero tolleranza».

ROMA - Il leghista Roberto Calderoli, vice presidente del Senato, a proposito degli scontri avvenuti a Milano durante lo sgombero di due centri sociali, durante i quali i manifestanti hanno lanciato pietre contro gli agenti e incendiato cassonetti​, ha affermato con decisione che serve una punizione seria e severa per chi sbaglia. Sostiene, infatti, Calderoli: «La gente vuole legalità e rispetto delle regole da parte di tutti. Per le azioni criminali di questi soliti idioti che lasciano città devastate e feriti non ci può essere alcuna tolleranza»

I SOLITI IDIOTI DEI CENTRI SOCIALI «Su molti siti d'informazione oggi campeggia la frase 'guerriglia a Milano': un termine che ricorda tristemente da vicino 'guerra' - ha spiegato - Mai vorremmo leggere di scontri e violenze, invece ogni volta che si cerca di stabilire l'ordine e la legalità spuntano sempre con azioni criminali i soliti idioti, frequentatori di centri sociali abusivi, spesso figli di papà pieni di soldi con l'hobby dell'antirazzismo che difendono a priori rom e clandestini, abituati a distruggere tutto ciò che si trovano davanti».

CHI OCCUPA E' UN DELINQUENTE «Pare che tra chi oggi ha reagito in modo ingiustificabile - ha continuato il leghista Calderoli - ci siano coloro che si sono resi protagonisti alcuni giorni fa di un'altra violenta azione, ai danni di una sede di partito, giustificata con la difesa di chi occupa abusivamente case popolari che dovrebbero invece essere assegnate a chi ne ha diritto: mi auguro che non ci sia alcuna tolleranza nei confronti di questi che sono solo dei delinquenti!».

NELLE NOSTRE MANIFESTAZIONI MAI VIOLENZAContinua ancora il vice presidente del Senato Calderoli affermando che il suo partito si sta prodigando affinché situazioni del genere non abbiano più luogo e non manca di sottolineare come durante la manifestazione milanese di Matteo Salvini non si sia palesata alcuna situazione di emergenza paragonabile a quella degli ultimi giorni. Afferma Calderoli: «La Lega esattamente un mese fa ha portato in piazza a Milano oltre 100mila persone e non c'è stato un solo atto violento - ha testimoniato l'esponente del Carroccio - quando invece manifestano, spesso privi di alcuna autorizzazione, questi campioni di tolleranza e democrazia, le città vengono devastate e si contano sempre danni e feriti». «E' ora di dire basta, la gente vuole legalità e rispetto delle regole da parte di tutti. Certo che - ha concluso Calderoli - se il Governo continua a svuotare le carceri e a depenalizzare i reati, non fa altro che alimentare l'insicurezza e l'illegalità».