4 agosto 2020
Aggiornato 21:30
Vittime dell'agguato xenofobo di Gianluca Casseri

A Firenze la posa di una targa dedicata a Samb e Diop

In piazza Dalmazia vivo il ricordo dei due senegalesi uccisi. Nella piazza, ci sono ancora i fiori e i biglietti in memoria delle due vittime, rimessi a posto, ogni giorno, da attivisti o semplici residenti della zona

FIRENZE - L'uccisione di Diop Mor e Samb Modou, i due senegalesi rimasti vittima dell'agguato xenofobo di Gianluca Casseri, ha lasciato il segno nell'opinione pubblica di Firenze. Oggi alle 12 si terrà la posa di una targa in piazza Dalmazia, dedicata a loro, alle cui spese ha provveduto la Rete Antirazzista, con parte delle donazioni raccolte durante il corteo di sabato 17 dicembre. La targa, almeno per il momento, sarà provvisoria. Nella piazza, ci sono ancora i fiori e i biglietti in memoria delle due vittime, rimessi a posto, ogni giorno, da attivisti o semplici residenti della zona.
E sul sito de La Nazione, Samb Modou e Diop Mor hanno il 24% dei voti nel sondaggio per il 'fiorentino dell'anno, dopo il 25% del più votato, che è Andrea Ferri, il volontario morto in un incidente stradale in Tanzania.