21 giugno 2024
Aggiornato 09:00
Sicurezza

Dal 2008, arrestati 28 superlatitanti da forze ordine

L'ultimo, in ordine di tempo, è il boss Messina

ROMA - Sono 28 ed erano tutti pericolosissimi. Sono i latitanti inseriti nell'elenco dei 30 ricercati di "massima pericolosità" che dall'agosto 2008 ad oggi sono stati arrestati dalle forze dell'ordine. L'ultimo, Girlandino Messina, è stato bloccato il 23 ottobre a Favara (vicino ad Agrigento).

Ma come un latitante entra nell'elenco speciale dei ricercati del Dipartimento della pubblica sicurezza? Chi decide chi e quando un latitante diventa pericoloso? È il "Gruppo integrato interforze per la ricerca dei latitanti più pericolosi" (Giirl) presso la Criminalpol, un team composto da appartenenti a Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Servizi antidroga, Dia e servizi segreti che gestisce le problematiche legate ai latitanti.

Il gruppo di lavoro, istituito nel 1994, è presieduto dal vice capo della Polizia che regge la Direzione centrale della polizia criminale. Periodicamente - si legge sul sito della Polizia di Stato - il gruppo si riunisce e aggiorna due distinti elenchi, quello dei "30 latitanti di massima pericolosità" e quello dei "100 latitanti più pericolosi".

(segue)