18 settembre 2019
Aggiornato 00:30
Napoli

Morta la neonata nata dopo il parto in elicottero

La piccola pesava meno di un chilogrammo. La donna al sesto mese di gravidanza si è sentita male durante la navigazione tra Capri e Ischia

NAPOLI - E' deceduta la piccola nata dopo una difficile operazione di soccorso attuata dai vigili del fuoco nel golfo di Napoli. La madre della bimba ha, infatti, avvertito dolori sempre più forti a bordo della nave Civitavecchia-Catania sulla quale viaggiava, nonostante fosse al sesto mese di gestazione. L'sos alla Guardia costiera e l'intervento di un elicottero attrezzato per le emergenze hanno, comunque, permesso alla donna di far venire alla luce la bimba, ma le condizioni della bimba sono subito apparse gravi.

Un parto difficoltoso soprattutto per le condizioni precarie in cui è avvenuto il travaglio. La donna, infatti, non ha potuto raggiungere la terra ferma via mare ed è stata imbracata e trasportata, in barella, nel mezzo dei vigili del fuoco sul quale si trovava anche una dottoressa del 118. La situazione è apparsa immediatamente critica e i medici hanno tentato di evitare che il parto avvenisse in volo. Contrariamente da quanto si era appreso in precedenza, infatti, la donna ha dato alla luce la bimba non appena è atterrata nell'eliporto dell'ospedale Cardarelli di Napoli. La neonata, di appena un chilogrammo di peso, è stata trasferita in un'incubatrice nel reparto di Terapia intensiva, ma è deceduta dopo poche ore.