31 marzo 2020
Aggiornato 05:00
Messina

Lite in sala parto al Policlinico. Indagati tre medici

Oltre ai due sanitari, risulta indagato anche il responsabile dell'unità operativa di Ostetricia e ginecologia. Migliorano le condizioni del neonato e della mamma

MESSINA - Sono stati iscritti nel registro degli indagati i due medici ginecologi del Policlinico di Messina, protagonisti di una lite in sala parto. Oltre ai due sanitari, risulta indagato anche il responsabile dell'unità operativa di Ostetricia e ginecologia del nosocomio della città dello Stretto.

SCONTRO FISICO - I due medici, al momento sospesi dall'attività, avrebbero avuto un'accesa lite giovedì scorso, mentre in sala parto una donna di 30 anni stava dando alla luce suo figlio. La discussione tra i due sanitari, degenerata in un violento scontro fisico, ha ritardato di alcuni minuti il taglio cesareo necessario per consentire alla donna di partorire, in seguito ad alcune complicazioni sopraggiunte in quel momento. Il piccolo ha subito un doppio arresto cardiaco, la madre invece l'asportazione dell'utero. Ricoverati nel reparto di terapia intensiva, le loro condizioni sono in lento miglioramento.

ACCUSE RECIPROCHE - Intanto oggi tra i due medici, che oltre all'attività in ospedale sono titolari di due studi privati, sono volate accuse reciproche riguardo lo svolgimento dei fatti. Secondo il medico di guardia al momento della vicenda, infatti, ad innescare la lite sarebbe stato il collega più giovane, che lo avrebbe dapprima insultato e che poi gli avrebbe addirittura scagliato contro una sedia mandando in frantumi una vetrina della sala. Accuse rispedite al mittente dall'altro sanitario, che si è dichiarato parte lesa in questo episodio.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal