20 gennaio 2020
Aggiornato 07:30
Genova

Coppia ferita a fucilate in un bar: preso pregiudicato

L'episodio è avvenuto intorno all'1.20 a Chiavari. I due già dimessi da ospedale

CHIAVARI - Evidentemente sbronzo e infastidito forse per uno sguardo lanciato da una coppia di amici che stavano bevendo ai tavoli esterni di un bar del centro di Chiavari (Genova), si è allontanato di una decina di metri, ha estratto da una sacca di tela da spiaggia un fucile a canne mozze e gli ha esploso contro due colpi che li hanno feriti dopo aver rimbalzato sul selciato. Protagonista del drammatico episodio un pregiudicato 50enne originario di Lavagna noto alle forze dell'ordine, Bruno Biondi, che è stato arrestato poco dopo la sparatoria dai carabinieri, che hanno anche recuperato l'arma nascosta in una vicina spiaggia.

L'episodio è avvenuto intorno all'1.20 di questa mattina al bar «Lo Spuntino» sul lungomare del cittadina della riviera ligure. L'uomo, che al momento non ha ancora fornito una spiegazione del suo gesto, è accusato di tentato omicidio, ricettazione e porto abusivo d'arma per il fucile che deteneva illegalmente.
I feriti sono stati soccorsi e trasportati all'ospedale di Lavagna dove sono stati medicati e poi dimessi. La donna, 35enne, ha riportato una ferita lacerocontusa alla coscia per la quale ha avuto 21 giorni di prognosi, mentre l'uomo di 38 anni è stato colpito al braccio sinistro ed è stato giudicato guaribile in 9 giorni.
Ora i carabinieri della Compagnia di Chiavari devono capire perché l'uomo si aggirava con un fucile nella sacca lungo il lungomare della cittadina, sempre molto tranquilla ma che sorge in una zona dove si registra una storica infiltrazione mafiosa dedita in particolare nell'attività di riciclaggio.