28 maggio 2020
Aggiornato 21:00
L'annuncio del Ministro degli Interni

Maroni: in arrivo altri 170 agenti per Milano

«L'intervento era già previsto ma ora è stato anticipato. Evitare quartieri ghetto»

ROMA - Dopo la morte di un 19enne egiziano e guerriglia urbana che si è scatenata a Milano, nel capoluogo lombardo «sono in arrivo 170 nuovi agenti», ha annunciato il ministro dell'Interno Roberto Maroni, spiegando che si tratta di un invio che era già programmato, ma che è stato anticipato. Per quanto riguarda l'immigrazione clandestina «continueremo la linea del rigore che abbiamo tenuto. Abbiamo bloccato gli sbarchi e continueremo con i rimpatri», ha sottolineato Maroni.

Per quanto riguarda invece «i regolari» secondo il ministro «occorre rivedere i modelli che hanno determinato la nascita dei quartieri ghetto. C'è un'immigrazione non governata che ha portato a situazioni rischio». In particolare quello che è accaduto a Milano «è un fatto che deriva dall'impossibilità dell'integrazione di etnie che vivono nello stesso quartiere e che mal si sopportano». E - ha sottolineato Maroni - «è fondamentale il governo del territorio da parte dei sindaci».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal