29 marzo 2020
Aggiornato 14:00
Cronaca. Calabria

A Gioia Tauro trovato arsenale con lanciarazzi: un arresto

Polizia scopre la micidiale arma nascosta in un giardino

GIOIA TAURO - Trovato dalla polizia a Gioia Tauro, in provincia di Reggio Calabria, un arsenale con un lanciarazzi di fabbricazione jugoslava, sei fucili, otto caricatori e munizionamento vario. Sono stati trovati nel corso di una perquisizione domiciliare, nel giardino dell'abitazione di Salvatore Bonfiglio, 34enne, già sottoposto alla misura di prevenzione dell'avviso orale, pregiudicato per rapina e truffa, operaio di una ditta edile e della moglie Maria Antonia Mileto, di Cinquefrondi, 27enne, incensurata e casalinga. Il lanciarazzi e i fucili erano sotto terra.

Il lanciarazzi è una potente arma da guerra che fa parte degli armamenti in dotazione alle truppe di fanteria degli eserciti moderni, generalmente utilizzata per distruggere mezzi corazzati, postazioni fortificate o altre strutture. Ha effetti devastanti, con una capacità di penetrazione in una struttura in acciaio di 300 mm. che aumenta fino a 2,5 volte nel cemento armato.

La Procura locale ha disposto l'arresto per la donna e la denuncia, in stato di irreperibilità, per il marito. L'arrestata, dopo le formalità di rito, su disposizione del pm di turno, essendo madre di due figlie di 5 e 2 anni, è stata condotta nella propria abitazione, agli arresti domiciliari.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal