25 gennaio 2020
Aggiornato 20:30
Salute - Oculistica

Occhiali da sole per bambini. Non acquistateli dai venditori occasionali

Gli occhiali da sole devono essere accompagnati dalla nota informativa, prevista tra l'altro dalla legge

Coloratissimi e di forme accattivanti gli occhiali da sole, esposti da venditori occasionali, attirano la curiosità dei bambini che ne «impongono» l'acquisto ai genitori, i quali non sanno che l'acquisto può essere pericoloso per gli occhi dei propri figli. Questo problema si pone, in particolare nel periodo estivo, spesso al mare, dove proliferano momentanee bancarelle e tappeti sui quali fanno bella mostra di sé occhiali da sole di dubbia provenienza.

La luce solare intensa e prolungata può portare a congiuntiviti, cataratta e degenerazione maculare che possono essere evitate, appunto, con la protezione degli occhiali da sole. Se le lenti non svolgono questa funzione, o non la svolgono correttamente, si possono avere i danni sopracitati. E' importante, quindi, che i genitori scelgano gli occhiali da sole per i propri bambini da un venditore di fiducia, al quale ci si può rivolgere in caso di contestazioni. Riportiamo alcuni consigli per gli acquisti degli occhiali da sole che valgono, ovviamente, per bambini e adulti. Ricordiamo che, a parità di prestazioni, spesso è la marca che fa lievitare il prezzo.

Gli occhiali da sole devono essere accompagnati dalla nota informativa, prevista tra l'altro dalla legge, dove sono indicati:
* il fabbricante o mandatario;
* il grado di protezione, la categoria (da 0 a 4, dal più chiaro al più scuro);
* i limiti di impiego;
* le istruzioni d'uso;
* la marchiatura CE (conformità europea).

Primo Mastrantoni, segretario Aduc