24 giugno 2024
Aggiornato 08:30
Ddl sicurezza

Maroni: Fondati rilievi Fini, via norma «presidi-spia»

Salta obbligo di permesso di soggiorno per iscrivere a scuola

ROMA - I genitori extracomunitari non saranno più obbligati a presentare il permesso di soggiorno per iscrivere i propri figli alla scuola dell'obbligo. Lo spiega il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, al termine della riunione di maggioranza sul ddl sicurezza che ha valutato come «fondati» i rilievi del presidente della Camera, Gianfranco Fini. «Prevale per i minori il diritto a partecipare alle lezioni scolastiche», spiega il capo del Viminale.

Insomma, al momento dell'iscrizione il preside non è obbligato a chiedere il permesso di soggiorno: «Quindi non sa se ha di fronte dei clandestini, non può fare la spia», ha spiegato il ministro della Difesa Ignazio La Russa.