21 aprile 2024
Aggiornato 22:30
Celebrazioni del 25 Aprile

Protesta centri sociali, Alemanno non va a San Paolo

Sindaco rinuncia per evitare «gazzarra» a cerimonia ANPI

Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha deciso «con rammarico» di rinunciare alla sua partecipazione alla cerimonia dell'Associazione nazionale partigiani, prevista stamane a Porta San Paolo per celebrare il 64esimo anniversario della Liberazione. Una decisione presa dopo le segnalazioni della Questura «sulle forme di contestazione violenta» organizzate contro la sua presenza dai centri sociali.

Lo ha confermato lo stesso Alemanno ai microfoni di Sky Tg 24. «Per un atto di responsabilità non posso aderire. Devo evitare che la situazione degeneri e si trasformi in gazzarra. Con rammarico devo rinunciare», ha commentato.

Quanto alle celebrazioni previste per il 25 aprile, Alemanno ha parlato di «una festa di tutti gli italiani». «E' una data da cui partono la libertà e la democrazia su cui si fonda la Costituzione, sui cui valori ci identifichiamo», ha detto il sindaco di Roma. Certo, «non bisogna dimenticare la pietà umana per chi combattè dalla parte sbagliata», ha aggiunto Alemanno, «ma ciò non toglie che questa è una festa che rappresenta l'inizio della democrazia del nostro paese».