28 gennaio 2020
Aggiornato 02:30

La Regione Lazio acquista il palazzo della Giunta

E' stato acquistato dalla Regione per la somma di 27,2 milioni di euro

ROMA - «Il palazzo di via Cristoforo Colombo, sede degli uffici della giunta regionale, è ora di proprietà della Regione Lazio. La stipula del contratto di compravendita-permuta del palazzo di via Cristoforo Colombo, segna un momento storico nella vita della Regione Lazio». E' quanto ha fatto sapere l'assessore regionale al Demanio e Patrimonio, Francesco Scalia, sovrintendendo stamani alla firma del contratto.

Il comprensorio di via Cristoforo Colombo (palazzina A-B-C), che dal 1984 ospita gli uffici della giunta regionale (stima valore di mercato 187 milioni di euro) è stato acquistato dalla Regione Lazio per la somma di 27,2 milioni di euro.

La Regione, inoltre, cede allo Stato la proprietà degli immobili di via Ulpiano 11 a Roma, sede Protezione civile presidenza Consiglio ministri; di via Monzambano 10 a Roma, ex sede Ardis e di due immobili in via Filippo Corridori a San Cesareo (Rm) che ospitano gli uffici dei carabinieri, beni stimati complessivamente 50 milioni di euro.

«Si porta, così a buon fine l'Accordo di programma del 2007 tra il presidente Marrazzo e la responsabile dell'Agenzia del Demanio Elisabetta Spitz, per il trasferimento di proprietà immobiliari tra la Regione Lazio e lo Stato. Un percorso di decenni, portato a compimento, con reciproca soddisfazione – ha spiegato Scalia - grazie al lavoro competente degli Uffici regionali e dell'Agenzia del Demanio e che per la Regione Lazio risolve definitivamente il problema della principale sede regionale».