13 luglio 2020
Aggiornato 22:30
Udine Fiere, 12 - 14 marzo 2009

L’Assessore Molinaro ha inaugurato il Salone YOUng

Punto di riferimento a livello regionale per il settore formazione e orientamento

Il target di riferimento va dai 3 ai 23 anni, ma la fascia di pubblico e di operatori si allarga se consideriamo che nel processo di educazione e di formazione della persona entrano in campo genitori, insegnanti, professionisti del settore educational …: stiamo parlando di YOUng - Future For You, il Salone  dei prodotti e dei servizi per le nuove generazioni dall’istruzione alla formazione diffusa ai consumi culturali che ha preso il via oggi (giovedì 12 marzo) a Udine Fiere e dove il pubblico è stato appunto quello dei giovanissimi (scuole materne ed elementari), dei giovani (scuole medie, superiori e università) ma anche insegnanti, accompagnatori e famiglie. Solo ad oggi, prima giornata, sono state raccolte le prenotazioni di visita a YOUng di oltre 2000 studenti per 115 scuole della regione FVG: un primo dato incoraggiante e relativo solo agli incontri, ai laboratori e alle mostre che richiedono prenotazione; la parte espositiva ed eventistica del Salone, infatti, si compone di numerosi altri appuntamenti ed eventi che si offrono all’attenzione del target di riferimento senza necessità di prenotazione.

L’orario, dalle 9.00 alle 18.00, e l’ingresso libero contribuiscono alla fruibilità dell’evento la cui componente attrattiva principale sta nell’interattività e nell’interdisciplinarietà dell’offerta, sia quella materiale che quella immateriale, componente quest’ultima molto diffusa e qualificante parlando di cultura dell’informazione e dell’informazione, di modelli didattici e di apprendimento, di progetti di ricerca.

Organizzato da Udine e Gorizia Fiere e dall’Università degli Studi di Udine, con il contributo della Fondazione Crup, la collaborazione della Camera di Commercio di Udine e il patrocinio della Provincia e del Comune di Udine,  il Salone YOUng   resterà aperto fino a sabato 14 marzo.

Sui contenuti, sulla formula attraverso cui si propone e sugli obiettivi di YOUng si sono sviluppati gli interventi inaugurali che hanno visto la partecipazione dell’Assessore regionale all’Istruzione e Cultura Roberto Molinaro il quale ha parlato di «rassegna innovativa, che riesce a coinvolgere enti pubblici, istituzioni, e il mondo della ricerca, offrendo ai giovani un ventaglio di proposte di studio e prospettive di lavoro ancor più utili nell’attuale momento di crisi economica».

Il dato culturale e il capitale umano, ha precisato Molinaro, sono valori che possono rappresentare una ricetta adeguata per consentire alla nostra Regione di uscire dalla crisi basandosi su risorse umane qualificate, ovvero «creando un capitale umano adeguato alle attese del mondo economico e del mercato del lavoro. Capitale umano che si costruisce con l’istruzione e la formazione di qualità, che sono rappresentate anche all’interno di Young che nella sua formula di ‘salone aperto’ e fondandosi sulla collaborazione tra Fiera (che è impresa) e Università (mondo della ricerca e della formazione), deve e può diventare l’appuntamento fieristico di riferimento in Regione per questo settore.

All’apertura hanno preso la parola il Presidente di Udine e Gorizia Fiere  Sergio Zanirato, per evidenziare che la Fiera investe sul futuro e come il Salone risponda all’esigenza di sollecitare i giovani attorno ai concetti del ‘saper fare’ e del saper fare bene; Marisa Michelini, dell’Università di Udine per ricordare che durante il Salone saranno effettuati 250 esperimenti, 8 le mostre tematiche da visitare dal Gps alla relatività all’uso del tempo all’energia; Marco Maria Tosolini, della Fondazione Crup, il sindaco di Udine Furio Honsell, il prorettore dell’ateneo udinese, Alfredo Antonini ed Enzo De Sanctis della Società italiana di fisica.