24 maggio 2024
Aggiornato 16:30
Scomparsa Candido Cannavò

«La Sicilia perde un campione di umanità“

Il Presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, affida a queste parole il ricordo della sua lunga amicizia con il giornalista-scrittore siciliano

CATANIA - «La Sicilia perde, con l’improvvisa scomparsa di Candido Cannavò, un vero campione di umanità». Il Presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, affida a queste parole il ricordo della sua lunga amicizia con il giornalista-scrittore siciliano.

«Cannavò è stato il testimonial consapevole e appassionato della sicilianità positiva. Sempre sorridente, scrupoloso e professionale, aveva raggiunto le vette più ambite del giornalismo italiano e non ha mai esibito un atteggiamento men che disponibile con tutti, in ogni ambiente, in ogni continente.»

«Anzi - continua il presidente Lombardo - non ha mai perso l'occasione per mettere la sua popolarità, la sua fama e il suo successo generosamente a disposizione dei meno fortunati, dei non-potenti. E non ha mai dimenticato di essere siciliano, non ha mai smesso di amare, ricambiato, la sua terra e i suoi amici».