18 giugno 2021
Aggiornato 16:00
La Polizia di Stato di Padova ha arrestato 11 persone di nazionalità rumena e kazaka

Immigrazione: operazione Polizia di Padova, arresti

Dovranno rispondere di associazione per delinquere a carattere transazionale, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e falso documentale

La Polizia di Stato di Padova ha arrestato 11 persone di nazionalità rumena e kazaka, che dovranno rispondere di associazione per delinquere a carattere transazionale, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e falso documentale.

L’indagine - avviata l’anno scorso - coordinata dal Servizio Centrale Operativo e dall’Interpol - rappresenta l’epilogo di complesse investigazioni svolte nei confronti di un sodalizio criminale composto da circa 45 indagati, operanti in varie aree dell’Europa e Regioni Italiane ( TriVeneto, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna ed Umbria). Gli indagati sono ritenuti responsabili della movimentazione di diverse centinaia di persone, di etnia moldava.

Nel corso dell’attività è emerso che Padova era un punto di arrivo e smistamento dei trafficati, parte dei quali venivano indirizzati poi verso le province di Verona, Torino, Milano Parma, Perugia ed altre città del Nord Italia e parte verso la Francia, la Spagna, il Portogallo e l’Irlanda. Numerose sono le perquisizioni a carico di cittadini romeni e moldavi e 61 i cittadini irregolari rintracciati. All’operazione stanno concorrendo anche le Squadre Mobili di Verona, Milano, Torino, Parma, Perugia nonché, attraverso l’attività di coordinamento internazionale dell’Interpol, la Polizia Irlandese e Romena.