1 giugno 2020
Aggiornato 11:30
Immigrazione

Accoglienza e supporto per i profughi che sbarcano sulle coste italiane

Con un ponte aereo disposto dal Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione giunti a Taranto 162 immigrati. Coordinate dalla Prefettura tutte le operazioni

Taranto e la sua provincia sono impegnate nell’accoglienza e nel supporto dei profughi che sbarcano sulle coste italiane in fuga dal proprio Paese d’origine.

Giunti grazie al ponte aereo disposto dal Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione del ministero dell’Interno, 100 immigrati sono stati alloggiati il 18 ottobre scorso nella struttura ricettiva «Hotel Dell’Erba» di Martina Franca, mentre successivamente altre 62 persone sono state sistemate presso il «Residence Jonio Vacanze» di Castellaneta Marina.

L’organizzazione, coordinata dalla Prefettura di Taranto, si avvale degli aiuti e degli interventi, da effettuare a sostegno degli immigrati, dell’ente Croce rossa italiana - Comitato provinciale di Taranto e dell’ente Caritas diocesana di Taranto.

Forze di polizia territoriali, Comuni interessati, volontariato, Azienda sanitaria locale, Consorzio trasporti pubblici hanno collaborato con la Prefettura per assicurare ai profughi accoglienza, pasti e cure mediche. Tutte le operazioni attuate e condivise per la sistemazione degli stranieri sono state effettuate con un elevato senso di solidarietà.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal