27 maggio 2024
Aggiornato 06:30
«Piano 100% sicurezza»

Regione Lazio: 143 milioni per manutenzione manto stradale

Astorre: «La mole di finanziamenti della Regione Lazio testimonia la grande attenzione rivolta dalla Giunta di Piero Marrazzo alla sicurezza delle strade regionali»

E’ il «Piano 100% sicurezza», per 143mln euro di finanziamenti regionali, per almeno 104 interventi sulle strade del Lazio. Oggi l’assessore ai Lavori Pubblici della Regione Lazio, Bruno Astorre, ha effettuato due sopralluoghi, nei pressi di Campagnano e Formello, avviando così due cantieri di Astral Spa: sulla S.R. Cassia, al km. 33+300 dalla capitale, per lavori inerenti la manutenzione straordinaria e la ristrutturazione del manto stradale, interventi finanziati per 9mln e 500mila euro, dal km 26+000 al km 100+000, in direzione Viterbo-Roma e Roma-Viterbo»; sulla S.R. 2 bis Cassia Veientana, al km. 9+500, presso il complesso residenziale CaseBianche in via della Selvotta, per la realizzazione di una barriera vegetativa antirumore sperimentale, finanziata per circa 115mlia euro.

«La mole di finanziamenti della Regione Lazio – ha affermato Bruno Astorre – testimonia la grande attenzione rivolta dalla Giunta di Piero Marrazzo alla sicurezza delle strade regionali. A partire da oggi, e presso diversi cantieri, sarò presente al fianco di Astral Spa, a riprova di quanto l’unità di intenti tra istituzioni, enti preposti ed enti locali, concretizzi una corretta modernizzazione delle infrastrutture per il bene dei cittadini. Parliamo di oltre 100 interventi in tutto il Lazio. Anche qui a Campagnano e Formello, sulla Cassia e Cassia Veientana, trovo più di un motivo per vedere il segno di un miglioramento. Questo, grazie alla volontà e all’impegno di tutti: dal presidente Marrazzo all’Astral Spa».

Ai due appuntamenti, il vertice Astral Spa era rappresentato dal direttore Riccardo Napolitano, per gli enti locali erano presenti i sindaci di Campagnano e Formello, Francesco Mazzei e Giacomo Sandri, con i rispettivi assessori ai LL.PP., mentre per la Pisana c’era il presidente della Commissione LL.PP., Giovanni Carapella.

Il cantiere, che ha preso il via al km. 33+300 della S.R. Cassia, segna l’inizio di un intervento corposo su numerosi tratti, per un totale di circa 30 km: un rifacimento del manto stradale suddiviso in tre livelli di intensità, dalla profondità alla superficie.

Il cantiere nei pressi di Formello, invece, si caratterizza per il grado sperimentale dell’opera: una barriera antirumore, di tipo «vegetativo in terrapieno compresso», con un’estensione di circa 90 metri per un’altezza di circa quattro metri, prova di un procedimento di ingegneria naturalistica applicata al campo stradale, con tutti gli evidenti vantaggi di natura ecologica.

Il «Piano 100% sicurezza» prevede: una prima fase, per 81 interventi in corso di realizzazione o di prossimo inizio, con un investimento complessivo di 63mln euro (in particolare, sulle strade Carpinetana, Casilina, Cassia, Cassia Veientana, Castrense, Monti Lepini, del Terminillo, della Valle del Liri, della Vandra, di Fiuggi e raccordo, di Forca d’Acero, di Passo Corese, di Sora, Flacca, Flaminia, Maria e Isola Casamari, Nettunense, Pontina, Sabina, Salto Cicolana, Sublacense); una seconda fase, per 23 interventi che saranno attuati con un piano triennale (2008-2009-2010), con un investimento totale di oltre 80mln euro (in particolare, sulle strade che presentano condizioni di minore sicurezza, ovvero: Nettunense, Casilina, Cassia e Cassia Veientana, Flaminia, Pontina, dei Monti Lepini, Tiburtina Valeria; ma anche su altre strade come la Carpinetana, Castrense, SR di Fiuggi, Flacca, di Forca d’Acero, di Frosinone e Gaeta, del Lago di Campotosto, Licinese, SR di Montecassino, di Morro, di Passo Corese, di Salto Cicolana, di Sora, Sublacense, SR della Valle del Liri, della Vandra). Le principali tipologie di interventi del piano «100% sicurezza» sono: realizzazione rotatorie;sostituzione di guard rails ed installazione di nuovi; rifacimento e potenziamento impianti di illuminazione; riduzione andamenti altimetrici variabili, modifica tracciati, eliminazione strettoie; ripristino condizioni di regolarità superficiale, aderenza e portanza della sovrastruttura stradale e delle pendenze; rifacimento reti di smaltimento delle acque superficiali; ripristino muri di contenimento e consolidamento ponti; interventi di restauro ponti, viadotti, gallerie, sottovie; installazione di barriere di antirumore e reti metalliche paramassi.